Gli elettori tedeschi esprimono giudizi contrastanti sull’alleanza di Schulz alle elezioni regionali

  • I sondaggi d’opinione mostrano che i socialdemocratici di Schulz conquistano i voti della Bassa Sassonia
  • Ma la scarsa performance del FDP potrebbe destabilizzare la sua coalizione
  • L’ascesa dell’estrema destra tra le frustrazioni dovute alla crisi del costo della vita

BERLINO (Reuters) – Domenica le elezioni regionali in Bassa Sassonia hanno portato fortune alterne alla coalizione nazionale al governo di Olaf Schulz, con i socialdemocratici che hanno ottenuto una netta vittoria ma i liberaldemocratici a malapena sulla strada per entrare in parlamento.

Mentre il risultato indicava il sostegno all’SPD di Schulz, alcuni esperti hanno affermato che la sconfitta del suo partner nella coalizione federale minaccia di destabilizzare l’amministrazione Schulz in un momento critico mentre Berlino lotta per evitare la carenza di energia e l’ulteriore escalation della guerra in Ucraina.

L’altro chiaro vincitore in Bassa Sassonia è stata l’alternativa di estrema destra per la Germania (AfD), che riflette una più ampia ondata di sostegno ai partiti in tutto il paese in mezzo alla frustrazione per la crisi del costo della vita nella più grande economia europea.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

In generale, le elezioni locali sono un barometro dell’umore nazionale, hanno inviato un messaggio misto sulla coalizione federale tripartita “semaforo” di Schultz composta da SPD, Verdi e Liberi Democratici (FDP).

Il Partito Democratico Libero, un partito pro-business che non è mai stato un naturale allineamento ideologico con l’SPD e il Partito dei Verdi, ha definito il risultato della Bassa Sassonia un “colpo” e in parte lo ha accusato del coinvolgimento del suo partito nell’amministrazione nazionale.

“Molti dei nostri sostenitori sono alienati da questa alleanza”, ha affermato il leader dell’FDP e ministro delle finanze tedesco Christian Lindner.

READ  Ultime notizie sulla Russia e la guerra in Ucraina

Il risultato potrebbe destabilizzare l’alleanza Schulze a livello federale, ha affermato Philip Quaker, professore di scienze politiche all’Università di Hannover, capitale della Bassa Sassonia.

“È probabile che ora l’FDP sostenga tutte le politiche che non si adattano alla sua piattaforma”, ha affermato. Ciò potrebbe persino indurre i partner della coalizione a cercare il sostegno dei partiti di opposizione.

I risultati attesi dall’emittente statale ZDF hanno mostrato che l’SPD ha ottenuto il 33,2% dei voti in Bassa Sassonia, uno stato oscillante economicamente potente di 8 milioni che ospita la casa automobilistica Volkswagen. (VOWG_p.DE)anche se è in calo di 3,7 punti percentuali rispetto alle ultime elezioni dello stato nel 2017.

Il Partito per la Libertà e lo Sviluppo, pro-imprese, sembra pronto a raggiungere solo la soglia del 5% per entrare nel parlamento statale, mentre l’AfD era sulla buona strada per raddoppiare la sua quota di voti all’11,7%.

Gli analisti hanno affermato che l’SPD ha beneficiato della popolarità del primo ministro in carica della Bassa Sassonia Stefan Weil, che ha vinto il suo terzo mandato consecutivo ed è visto come una mano ferma in tempi turbolenti.

Il sostegno al partito, che quest’anno ha perso due precedenti voti regionali in Germania, è sceso al 18-20% a livello nazionale dopo aver ottenuto il 25,7% nelle elezioni federali del 2021.

I governi statali possono influenzare la politica nazionale nella camera alta del parlamento nazionale. Hanno anche giurisdizione su settori importanti come la polizia locale e l’istruzione, il che conferisce alla Germania il carattere federale.

In Bassa Sassonia, l’SPD ha preceduto i conservatori dell’ex cancelliera Angela Merkel che si sono piazzati al secondo posto con il 28%, in calo di 5,6 punti percentuali.

READ  Macron mantiene la sua prima grande corsa; Gli oppositori sollevano il "caso McKinsey"

Il sondaggio ZDF ha messo l’uscita del Partito dei Verdi, i cui ministri politici sono attualmente i più popolari in Germania, del 14%, ovvero 5,3 punti percentuali, rispetto al 2017.

Ciò potrebbe consentire all’SPD di rompere con i conservatori, con i quali governavano in una grande coalizione in Bassa Sassonia, e di collegarsi invece con il Partito dei Verdi.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Segnalazione di Sarah Marsh. Segnalazione aggiuntiva di Maria Sheehan; Montaggio di David Holmes e Praveen Shar

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply