Gli astronomi spiano il fantasma della stella e la ragnatela cosmica

Iscriviti alla newsletter di Wonder Theory della CNN. Esplora l’universo con notizie di scoperte sorprendenti, progressi scientifici e altro ancora.



CNN

Colorati resti spettrali alla deriva nello spazio dove un’enorme stella è esplosa 11.000 anni fa.

I resti della supernova Vela, dal nome della costellazione Vela, sono tutto ciò che rimane dopo che la stella ha raggiunto la fine della sua vita.

Nubi di gas rosa e arancione definiscono il punto a 800 anni luce dalla Terra, rendendolo una delle caratteristiche più vicine conosciute. (Un anno luce è a circa 6 trilioni di miglia di distanza.)

Quando la stella si è trasformata in una supernova, le onde d’urto si sono spostate attraverso gli strati circostanti di gas che la stella ha rilasciato.

Le onde energetiche comprimevano il gas e creavano filamenti filiformi simili a sottili ragnatele.

In una nuova immagine del residuo di supernova Vela, scattata dal VLT Survey Telescope dell’European Southern Observatory in Cile, i filamenti di gas luminosi sembrano essere fluorescenti a causa del calore delle onde d’urto.

La scena bellissima e spettrale in cui la star è morta è stata opportunamente rilasciata ad Halloween.

All’interno del resto c’è una densa stella di neutroni, o pulsar, che ruota rapidamente ed emette fasci di luce come un faro celeste, ma si trova al di fuori della regione mostrata nell’immagine.

Nove lune piene possono rientrare nella prospettiva dettagliata e l’immagine riflette solo una parte della nuvola gigante.

L’Osservatorio europeo meridionale ha anche condiviso viste dettagliate delle caratteristiche intriganti all’interno del mosaico. I 12 punti ingrandiscono diversi aspetti delle stelle luminose e delle nubi di gas nella regione.

L’immagine, che contiene 554 milioni di pixel, è stata scattata dall’OmegaCAM ad ampio campo sul telescopio. La fotocamera da 268 milioni di pixel può acquisire immagini utilizzando diversi filtri che consentono una varietà di lunghezze d’onda di luce e colori, da cui i colori viola, blu, verde e rosso nell’immagine.

Il VLT Survey Telescope è uno dei più grandi che scansiona il cielo notturno usando la luce visibile, aiutando gli astronomi a svelare i segreti della formazione stellare e della morte.

READ  Un fiore fossile intrappolato nell'ambra con un'identità sbagliata per 150 anni

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply