George Santos deve affrontare una crescente condanna mentre la leadership della Camera GOP rimane in silenzio



Cnn

GOP Rep.-eletto George Santos House sta affrontando una crescente condanna da parte dei Democratici alla Camera, alcuni dei quali gli hanno chiesto di farsi da parte, e persino da alcuni angoli del GOP, che hanno chiesto che almeno uno dei suoi compagni repubblicani entranti affronti un’indagine etica. Tuttavia, la leadership della Camera GOP è rimasta in silenzio Espressioni Il repubblicano di New York ha mentito su parti della sua biografia.

Santos ha ammesso di aver fabbricato parti del suo curriculum, inclusa la sua passata esperienza lavorativa e istruzione, e si è scusato, ma ha detto che voleva servire al Congresso.

I rappresentanti democratici Joaquin Castro del Texas e Ted Lieu della California sono tra coloro che hanno chiesto a Santos – che ha rilasciato interviste in cui il deputato eletto ha ammesso di “abbellire” la sua candidatura – che la Camera dovrebbe espellerlo se si rifiuta di dimettersi .

Castro ha chiesto che Santos fosse indagato dai funzionari e ha sostenuto che i repubblicani di New York hanno falsificato la sua domanda e sarebbero stati autorizzati a servire al Congresso, dicendo: “Coloro che cercano una carica su e giù per i sondaggi sperano di poter produrre completamente le loro credenziali. , caratteristiche personali e risultati per vincere la posizione.”

Il rappresentante democratico Don Goldman di New York, un ex procuratore federale, ha definito Santos una “frode totale”. Ha criticato House Republicans, dicendo: “Anche il Congresso ha l’obbligo di ritenere Jorge Santos responsabile, ma purtroppo è chiaro che non possiamo fidarci di House Republicans per aprire un’indagine presso il Comitato etico della Camera”.

Almeno un membro entrante della convenzione GOP ha chiesto che Santos fosse indagato dal Comitato etico della Camera, un organo investigativo diviso equamente tra repubblicani e democratici ma con poteri limitati per innescare ripercussioni.

“In qualità di veterano della Marina che si è battuto per ripristinare la responsabilità e l’integrità del nostro governo, credo che sia giustificata un’indagine completa da parte del Comitato etico della Camera e, se necessario, delle forze dell’ordine”, ha dichiarato in una dichiarazione il rappresentante eletto del GOP Nick LaLotta. Rappresenta la condanna più forte mai vista da un repubblicano che presta servizio o entra nel Congresso.

“I newyorkesi meritano la verità e i repubblicani della Camera meritano la possibilità di governare senza questa distrazione”, ha aggiunto LaLotta.

Un altro parlamentare del GOP di New York, il rappresentante eletto Anthony D’Esposito, ha condannato le false dichiarazioni di Santos e lo ha invitato a “perseguire la strada dell’onestà”, anche se si è fermato prima di chiedere un’indagine.

“I vicini di Long Island sono profondamente feriti e giustamente offesi dalle bugie e dalle false dichiarazioni fatte dal membro del Congresso eletto George Santos”, ha detto in una nota. “Sebbene Santos abbia compiuto il primo passo necessario ‘pulendo’ la sua istruzione, esperienza lavorativa e altre questioni, deve continuare su un percorso onesto”.

È improbabile che la leadership repubblicana della Camera escluda di far sedere Santos, che dovrebbe giurare martedì prossimo con il resto dei nuovi membri del Congresso. La Camera ha il potere ai sensi della Costituzione di espellere qualsiasi membro con i due terzi dei voti, ma farlo è estremamente raro e solo cinque legislatori sono stati espulsi nella storia degli Stati Uniti.

Oltre a un rinvio al Comitato etico della Camera, l’unica altra opzione possibile per trattare con Santos, che non gli assegna alcun incarico di commissione, sarebbe con il leader della minoranza della Camera Kevin McCarthy.

In passato, il Partito Repubblicano della California ha mostrato scarso interesse nel punire i propri membri per cattivo comportamento, specialmente quando si trattava di azioni prima ancora che servissero come membri del Congresso. McCarthy ha rifiutato di intervenire mentre i membri sono sotto processo, sostenendo che avrebbero lasciato che l’indagine si svolgesse prima di decidere come procedere.

“Questo non mi impedirà di essere un membro effettivo del Congresso degli Stati Uniti nella 118a sessione”, ha detto Santos a City & State in un’intervista pubblicata lunedì sera.

L’ufficio di McCarthy e il National Republican Congressional Committee non hanno risposto alla richiesta di commento della CNN lunedì sera.

Tuttavia, la condanna repubblicana è arrivata dall’esterno del Congresso.

Il presidente del comitato repubblicano della contea di Nassau Joseph G. Cairo, Jr., ha detto martedì che Santos ha “infranto la fiducia del pubblico” e “ha molto lavoro da fare per riconquistare la fiducia degli elettori”.

“Sono profondamente deluso dal signor Santos, e mi aspettavo più di scuse generali”, ha detto Cairo in una nota. “Il danno che le sue bugie hanno arrecato a così tante persone, in particolare alle vittime dell’Olocausto, è profondo”.

Il KFile della CNN riporta che le affermazioni di Santos secondo cui i suoi nonni “sopravvissero all’Olocausto” perché i profughi ebrei ucraini dal Belgio cambiarono i loro cognomi sono contraddette dagli alberi genealogici compilati da siti web di genealogia, registrazioni di rifugiati ebrei e interviste con diversi genealogisti.

“Non ho mai detto di essere ebreo”, ha detto lunedì Santos al New York Post. “Sono cattolico. Ho detto ‘ebreo’ perché so che la mia famiglia materna ha origini ebraiche.

Ma Santos si è descritto come un “orgoglioso ebreo americano” in un documento condiviso con gruppi ebraici durante la campagna, che è stato riportato per la prima volta Inoltrare E confermato dalla CNN.

Alla domanda sulla dichiarazione di martedì sera, l’ex rappresentante Tulsi Gabbard, ospite di “Tucker Carlson Tonight” della Fox, ha dichiarato: “La mia eredità è ebraica. Mi sono sempre identificato come ebreo. Sono cresciuto cattolico.

La Republican Jewish Coalition ha dichiarato martedì che il membro del Congresso entrante “ha travisato la sua eredità” e “non sarà il benvenuto in nessun evento RJC in futuro”.

“Siamo estremamente delusi dal membro del Congresso eletto Santos”, ha dichiarato il CEO di RJC Matt Brooks in una nota. “Ci ha ingannato e ha travisato la sua eredità. In precedenza ha affermato di essere ebreo in pubblico e con noi in privato. Ha iniziato il suo mandato al Congresso con una nota molto falsa.

Santos ha ammesso lunedì di non essersi laureato in nessun college o università, nonostante in precedenza avesse affermato di essersi laureato al Baruch College e alla New York University.

Ha anche riconosciuto di non lavorare direttamente per le società finanziarie Citigroup e Goldman Sachs, come aveva suggerito in precedenza, ma ha detto che stava lavorando per loro attraverso la sua azienda, dicendo al New York Post che si trattava di “parole sbagliate”. Va detto che ha lavorato per loro.

Il New York Times ha rivelato per la prima volta la scorsa settimana che la biografia di Santos era in parte fittizia. La CNN ha confermato i dettagli del rapporto, tra cui la sua istruzione universitaria e la storia lavorativa.

READ  Mentre Biden chiede aiuto ai sauditi per il petrolio, i funzionari dell'energia degli Stati Uniti affermano di essere stanchi di "diffamare"

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply