Generale USA: non c’è bisogno di aggiungere forze di terra in Svezia e Finlandia

Giovedì il generale statunitense nominato per assumere il comando europeo ha detto ai senatori che un’offerta di Svezia e Finlandia per entrare a far parte della NATO non richiederebbe l’aggiunta di più forze di terra statunitensi a nessuno dei due paesi. Ma il generale Christopher Cavoli ha detto che le esercitazioni militari e le occasionali rotazioni delle truppe statunitensi probabilmente aumenterebbero.

Cavoli, che attualmente è il comandante delle forze armate statunitensi in Europa e in Africa, ha affermato che la maggiore attenzione militare continuerà probabilmente nell’Europa orientale, dove i paesi sono più preoccupati per la potenziale aggressione russa e qualsiasi ricaduta della guerra in Ucraina.

“Il baricentro della NATO si è spostato a est”, ha detto Cavoli alla commissione per i servizi armati del Senato durante l’audizione per la nomina. “A seconda dell’esito del conflitto, potremmo dover continuare con questo per qualche tempo”.

A Cavoli è stato chiesto della presenza delle forze americane in Europa, che è passata da meno di 80.000 a circa 102.000 dall’inizio dell’invasione russa. Ha affermato che l’aumento non ha nulla a che fare con il recente passo compiuto da Finlandia e Svezia per cercare l’adesione alla NATO.

La scorsa settimana Svezia e Finlandia hanno presentato domanda scritta per entrare a far parte della NATO in una delle conseguenze geopolitiche più significative della guerra russa contro l’Ucraina.

Cavoli ha osservato che gli Stati Uniti hanno già forti legami militari con entrambi i paesi ed è probabile che ulteriori esercitazioni e altri impegni aumenteranno.

Se confermato, Cavoli sarà fondamentale mentre il Pentagono valuterà la sua struttura militare in tutta Europa. Funzionari della difesa hanno notato che i conglomerati di truppe storiche in Germania, Italia e Gran Bretagna possono spostarsi e diffondersi in altri paesi orientali, come la Polonia e gli stati baltici.

READ  L'India non mostra segni di rallentamento nell'acquisto di petrolio russo

I paesi dell’Europa orientale chiedevano più armi e truppe americane, come copertura contro la Russia. Cavoli ha affermato che anche gli Stati Uniti devono continuare a trovare un delicato equilibrio e garantire che le loro azioni in Europa non infiammiscano le relazioni con la Russia e provochino un conflitto più ampio.

“Non si dovrebbe rifuggire dall’attivismo per rimanere forti e darci la priorità”, ha detto, ma gli Stati Uniti dovrebbero anche stare attenti “a non ritardare questo e creare un problema dove non ci sono problemi”.

La candidatura di Cavoli alla carica di Comandante Supremo degli Stati Uniti in Europa include la carica di Comandante Supremo della NATO, che gli conferisce un ruolo decisivo nella guerra russa contro l’Ucraina. I membri della commissione hanno espresso sostegno alla sua nomina, che dovrebbe essere facilmente confermata dal Senato.

Kavoli ha una vasta esperienza in Russia. Ha servito come ufficiale di distretto straniero con particolare attenzione all’Eurasia e ha trascorso del tempo in Russia, parlando russo, italiano e francese. È stato anche Direttore della Russia nel Joint Chiefs of Staff. Sostituirà il generale Todd Walters, che attualmente è a capo del comando europeo ma sta terminando lì il suo tour di tre anni.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply