Funzionario della sicurezza di Biden arrestato per aggressione in Corea del Sud

Seoul – Uno degli agenti di sicurezza del presidente Biden è stato arrestato e accusato di aver aggredito un cittadino sudcoreano a Seoul poche ore prima dell’arrivo di Biden nel Paese, secondo la polizia sudcoreana.

Un funzionario della polizia di Seoul ha detto venerdì che la persona è stata arrestata giovedì mattina presto. Il funzionario, che ha parlato in condizione di anonimato perché non autorizzato a discutere dell’incidente, ha rifiutato di commentare ulteriormente.

Il quotidiano sudcoreano Chosun Ilbo, che per primo ha riportato il caso venerdì, ha affermato che il sospetto era ubriaco e ha litigato con un sudcoreano per un taxi vicino al Grand Hyatt Hotel di Seoul, dove risiede la squadra di Biden. Il giornale ha detto che l’individuo lavora per il Dipartimento per la sicurezza interna degli Stati Uniti e ha trent’anni.

Il Dipartimento per la sicurezza interna sovrintende ai servizi segreti, i cui agenti operano Nel passato Impegnato in una condotta disordinata mentre rivelava i suoi dettagli all’estero. La Casa Bianca ha rinviato domande ai servizi segreti, che non hanno risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Biden è arrivato venerdì per la prima visita in Asia durante la sua presidenza, all’inizio di un tour di cinque giorni volto a sottolineare l’impegno diplomatico ed economico della sua amministrazione nella regione di fronte alla Cina in ascesa.

READ  Incendio del traghetto greco: passeggeri evacuati mentre la nave prende fuoco

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply