Funzionari statunitensi ritengono di aver localizzato lo yacht di Putin

WASHINGTON – Funzionari statunitensi stanno esaminando la proprietà di uno yacht di lusso da 700 milioni di dollari attualmente in un bacino di carenaggio in una città costiera italiana, e ritengono che potrebbe essere collegato al presidente russo Vladimir Putin, secondo diverse persone informate sulle informazioni.

Le agenzie di intelligence statunitensi non sono arrivate a conclusioni definitive sulla proprietà del gigantesco yacht – chiamato Scheherazade – ma i funzionari statunitensi hanno affermato di aver trovato le prime indicazioni di un legame con Putin. L’informazione è arrivata da funzionari statunitensi dopo il New York Times menzionato Martedì, le autorità italiane stavano indagando sulla proprietà della nave di 459 piedi e che un ex membro dell’equipaggio ha affermato che era ad uso del signor Putin.

Le persone che sono state informate sull’intelligence non hanno descritto le informazioni in loro possesso che indicavano che lo yacht di lusso era collegato al signor Putin. Se i funzionari statunitensi sapessero se o con quale frequenza Putin ha utilizzato lo yacht, le persone che sono state informate non avrebbero condiviso le informazioni.

Funzionari statunitensi hanno affermato che Putin ha mantenuto parte della sua fortuna in suo nome. Invece, usa case e barche nominalmente di proprietà di oligarchi russi. Tuttavia, è possibile che attraverso diverse società di copertura, Putin possa avere un controllo più diretto su Scheherazade.

Funzionari statunitensi hanno affermato che Putin ha trascorso una notevole quantità di tempo durante la pandemia di coronavirus nella città russa di Sochi, sul Mar Nero. Scheherazade ha fatto viaggi a Sochi nell’estate del 2020 e del 2021.

L’Ufficio di intelligence e analisi del Dipartimento del Tesoro e l’Ufficio di intelligence navale della Marina stanno indagando sulla proprietà di yacht di lusso associati agli oligarchi russi. Un portavoce della Marina e una portavoce del Dipartimento del Tesoro hanno rifiutato di commentare.

READ  Le inondazioni monsoniche in Bangladesh e India colpiscono milioni di persone

Il ministero della Giustizia ha istituito una task force per perseguire i beni dell’oligarca russo sanzionato. In una discussione con i giornalisti venerdì, un funzionario del Dipartimento di Giustizia ha affermato che la task force indagherà sulle persone che assistono i funzionari russi o un oligarca punitivo nell’occultamento dei loro beni. Queste persone possono essere soggette a violazioni di sanzioni o ad accuse di riciclaggio di denaro internazionale.

Inoltre, in base alle modifiche alle normative del Dipartimento del Commercio pubblicate di recente, se più del 25% di un aeromobile o uno yacht è costituito da aeromobili o parti navali di fabbricazione statunitense, non può andare in Russia.

Se lo yacht si trova in un paese straniero e soddisfa la definizione di prodotto di fabbricazione americana o americana, avrà bisogno di una licenza per andare in Russia. Per sequestrare effettivamente uno yacht, gli Stati Uniti dovrebbero coordinarsi con un governo straniero cooperante – l’Italia, nel caso di Scheherazade – per impedire alla nave di spostarsi nelle acque russe.

Alcuni yacht giganti si sono spostati fuori dalle acque europee quando è iniziata l’invasione dell’Ucraina e l’Occidente ha iniziato a imporre sanzioni che consentono la confisca dei beni. Scheherazade è in riparazione a Marina di Carrara, un porto della Toscana, e all’inizio di questa settimana era in un bacino di carenaggio, impossibilitato a partire.

Guy Bennett Pearce, il capitano di Scheherazade, ha detto all’inizio di questa settimana che Putin non era il proprietario dello yacht di lusso e che il presidente russo non aveva messo piede.

Ha rifiutato di rivelare il nome del proprietario, dicendo solo lunedì che nessuno ha subito sanzioni. Il capitano Bennett Pierce non ha risposto al telefono venerdì e non ha risposto a un messaggio di testo.

READ  La conversazione militare russa intercettata rivela frustrazione per l'equipaggiamento difettoso e i bombardamenti ucraini

La scorsa settimana le autorità italiane sono salite a bordo di Scheherazade e hanno controllato i documenti di certificazione, cercando di saperne di più sulla proprietà della nave. Il capitano Bennett Pierce ha dichiarato all’inizio di questa settimana che avrebbe fornito alla polizia italiana i documenti che rivelano il proprietario dello yacht.

Le autorità italiane hanno affermato che stanno esaminando a fondo Scheherazade. In un processo che potrebbe richiedere fino a due settimane, la guardia di finanza italiana raccoglierà le prove e le presenterà a una commissione governativa, che deciderà quindi se la proprietà o l’uso della nave è legato a una persona nell’elenco delle sanzioni.

Questa associazione può essere la proprietà esplicita di una parte sostanziale della nave, la prova che un amico, un’affiliazione o un partner ha prestato il proprio nome per nascondere la proprietà della persona sanzionata o che il denaro utilizzato per acquistare la nave proveniva da profitti illeciti . Se la commissione ritiene che le prove soddisfino il minimo, la polizia finanziaria può trattenere Scheherazade.

READ  L'India non mostra segni di rallentamento nell'acquisto di petrolio russo

gruppo marittimo italianoproprietario del cantiere navale dove è attraccata Scheherazade, ha affermato in una dichiarazione giovedì che, sulla base dei documenti in suo possesso e delle “verificazioni condotte dalle autorità competenti”, Scheherazade “non è imputabile alla proprietà del presidente russo Vladimir Putin”.

I funzionari statunitensi hanno intensificato l’ispezione degli yacht giganti degli oligarchi russi, soprattutto perché gli Stati Uniti e l’Europa hanno imposto più sanzioni alle famiglie benestanti che sostengono Putin.

Scheherazade di fabbricazione tedesca è in servizio da giugno 2020. Sito web super yacht Il suo costo è stimato in 700 milioni di dollari. La nave ha una palestra a grandezza naturale, due ponti per elicotteri e infissi dorati nei bagni.

Mentre i funzionari dell’intelligence statunitense stavano esaminando Scheherazade, il controllo è aumentato in seguito alla pubblicazione del precedente articolo sul Times.

Sembra che Scheherazade abbia una nave gemella, che è Luna crescenteche è stata costruita dallo stesso produttore tedesco ed è entrata in servizio nel 2018. Il nome del progetto Crescent quando era in costruzione era “Tuono.Scheherazade lo eraFulmine. “

Come Scheherazade, non ci sono informazioni pubbliche che identifichino l’armatore della nave, ad eccezione di una società di comodo offshore. L’ultima volta che il canale Al Hilal ha trasmesso la sua posizione è stato il 2 novembre, quando sembrava avvicinarsi a Barcellona, ​​​​in Spagna. Le immagini satellitari mostrano che a partire dal 4 marzo era ormeggiata ad Anchorage Catering per yacht di lusso lì vicino. Entrambe le navi sono registrate alle Isole Cayman ed entrambe condividono la stessa cosa progettista.

Katie Benner Contribuito alla segnalazione da Washington, Christoph Koetel da New York, e Gaia Pianigiani Da Siena, Italia.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply