Funzionari statunitensi affermano che la fusione nucleare è una pietra miliare per il futuro dell’energia pulita



Cnn

Funzionari del Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti dichiarato La fusione nucleare fa la storia martedì: per la prima volta, gli scienziati statunitensi hanno prodotto più energia attraverso la fusione rispetto all’energia laser utilizzata per alimentare l’esperimento.

Il cosiddetto “guadagno energetico netto” è a Pietra miliare importante Nello sforzo decennale per ottenere energia pulita e illimitata dalla fusione nucleare, la reazione che si verifica quando due o più atomi vengono fusi insieme.

Il test ha sparato 2,05 megajoule di energia nel bersaglio e ha prodotto una produzione di energia di fusione di 3,15 megajoule, generando il 50% in più di energia rispetto a quella utilizzata. Questa è la prima volta che siamo stati in grado di ottenere un potere significativo in un esperimento.

Notifiche in tempo reale: Funzionari statunitensi hanno annunciato progressi sulla fusione nucleare

“Questa monumentale svolta scientifica è una pietra miliare per il futuro dell’energia pulita”, ha dichiarato in una dichiarazione il senatore degli Stati Uniti Alex Padilla, democratico della California.

La svolta è stata fatta il 5 dicembre da un team di scienziati presso il National Ignition Facility del Lawrence Livermore National Laboratory in California, una struttura delle dimensioni di uno stadio dotata di 192 laser.

Il segretario all’energia Jennifer Granholm ha definito la svolta “una pietra miliare” martedì.

“L’accensione ci permette, per la prima volta, di imitare certe condizioni che si trovano solo nelle stelle e nel Sole”, ha detto Granholm. “Questa pietra miliare rappresenta un passo significativo verso la possibilità di un’abbondante energia da fusione a zero emissioni di carbonio che alimenti la nostra società”.

Granholm ha affermato che gli scienziati di Livermore e di altri laboratori nazionali stanno lavorando per aiutare a muoversi rapidamente verso l’energia pulita e mantenere un deterrente nucleare senza test nucleari.

“Questo è il modo in cui l’America conduce, e stiamo iniziando”, ha detto Granholm. “Se riusciamo a migliorare l’energia da fusione, possiamo usarla per produrre elettricità pulita, carburanti per i trasporti, elettricità, industria pesante e altro”.

Aarti Prabhakar, il direttore della politica scientifica e tecnologica della Casa Bianca, ha parlato di aver trascorso tre mesi lavorando al programma di fusione nucleare a Lawrence Livermore come giovane scienziata all’inizio della sua carriera.

Prabhakar ha riflettuto sulle generazioni di scienziati che hanno raggiunto l’impresa di oggi attraverso la fusione nucleare. “Non è stata solo una generazione, ci sono volute generazioni di persone per perseguire questo obiettivo”, ha detto. “La fusione nel nostro Sole e in tutte le altre stelle è passata un secolo da quando l’abbiamo scoperta. Nel corso di quel secolo, ci sono voluti molti sviluppi diversi per riunirsi finalmente al punto da poter replicare quell’attività di fusione in un laboratorio.

Abbiamo ancora molta strada da fare Fusione nucleare L’elettricità è elettricità, avvertono gli esperti. Il progetto statunitense ha prodotto solo energia sufficiente per far bollire 2,5 litri d’acqua, ha detto alla CNN Tony Roulstone, un esperto di fusione presso il dipartimento di ingegneria dell’Università di Cambridge.

Potrebbe non sembrare molto, ma l’esperimento è comunque significativo perché gli scienziati hanno dimostrato di poter generare più energia di quella con cui hanno iniziato. Sebbene ci siano ancora molti passaggi prima che diventi commercialmente praticabile, gli esperti affermano che questo è un grosso ostacolo da superare per la fusione nucleare.

Martedì, il direttore del laboratorio nazionale Lawrence Livermore, Kim Puddle, ha definito i progressi del suo laboratorio un “mattone fondamentale” per la realizzazione finale dell’elettricità da fusione nucleare. Stima che ci vorranno “alcuni decenni” di lavoro in più prima che sia pronto per l’uso commerciale.

“Penso che stia andando avanti e probabilmente con sforzi e investimenti concertati, alcuni decenni di ricerca sulle tecnologie sottostanti ci metteranno nella posizione di costruire una centrale elettrica”, ha detto Puddle ai giornalisti. “Con un vero investimento e una vera concentrazione, quel lasso di tempo può avvicinarsi”.

I precedenti esperimenti di fusione, compreso uno nel Regno Unito, hanno prodotto più energia ma non un guadagno energetico altrettanto grande. Ad esempio, all’inizio di quest’anno, Creato da scienziati britannici 59 megajoule di energia, 20 volte di più rispetto al piano statunitense. Anche così, il progetto del Regno Unito ha mostrato solo un guadagno energetico inferiore a 1 megajoule.

I progetti con sede negli Stati Uniti o nel Regno Unito “mancano dell’hardware e dei passaggi per convertire i neutroni della fusione in elettricità”, ha detto alla CNN Ann White, presidente del Dipartimento di scienze e ingegneria nucleare del MIT.

Entrambi i progetti di fusione europei alimentati da magneti e un sistema americano basato su laser potrebbero lavorare insieme per portare avanti i progressi nella fusione, ha affermato Puddle. Granholm, anche il governo centrale accoglie con favore gli investimenti privati ​​nella fusione.

Fino a quando la fusione nucleare non spegnerà le nostre luci e riscalderà la nostra acqua, ha insistito Puddle, nei prossimi decenni saranno compiuti molti altri passi.

“Non voglio darvi l’impressione che inseriremo (il National Ignition Facility) nella rete; Non è così che funziona”, ha detto.

Ma Rolleston ha sottolineato che i grandi e ambiziosi progetti di energia nucleare dovevano pur iniziare da qualche parte: nel 1942, Scienziati a Chicago Il primo reattore a fissione ha funzionato per soli 5 minuti alla sua prima corsa; 15 anni dopo, la prima centrale nucleare d’America Sono andato in linea In Pensilvania.

READ  Hakeem Jeffries ha lanciato un'offerta per succedere a Nancy Pelosi

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply