Film Dammi una mano di Raffaella Covino

American filmatic arts award, altri due premi

0
2272

Film e premi. Dammi una mano di Raffaella Covino ha vinto l’ennesimo premio, anzi due, all’estero, non il primo che attribuiscono alla sua opera prima negli Stati Uniti.

Qualcuno dirà: “Ancora?” Sì ancora, quando le opere non sono state viste, sono sempre nuove. E, se sono di qualità, restano per sempre.  A proposito di Perugia e Assisi, le due location in cui si è prevalentemente girato il film.

Ci sarà un orecchio istituzionale, stavolta collegato al portafogli, per finanziare il prossimo, straordinario, film?

Sì, chi scrive ne conosce la traccia. E, come dice Bebe Vio, è proprio una “figata”

Oppure toccherà ricorrere prima al Crowdfunding,

Sara Pittavini (da sinistra) ritira i due premi

giusto per offrire due spaghetti nella pausa pranzo agli attori e allo staff, che ha lavorato gratis, accollandosi anche le spese. Meno gli spaghetti.

Ci sono due potenti possibilità per crederci:

  • Che si ami l’arte, in questo caso il cinema
  • Che si ami l’Umbria tanto da affidarla all’occhio di una regista umbra che ama girare in Umbria.

 

Direttamente non porta consensi, ma alla lunga fa filiera economica virtuosa.

Dipende spesso dall’orizzonte che si è decisi ad esplorare.

 

Nel frattempo godiamoci questo nuovo Nemo profeta in patria.

“Dammi una mano” ha vinto all’AMERICAN FILMATIC ARTS AWARD il premio come miglior commedia e come migliori costumi. Uun grandissimo successo anche perché il film è stato scelto nella rosa dei film selezionati per essere proiettati (solo 35 sono stati proiettati tra i 130 che comunque hanno ottenuto riconoscimenti),.

Ha ritirato il premio la costumista Sara Pittavini.

“Questi premi – dice la regista Raffaella Covino – sono molto importanti per noi perché sono  gli ennesimi riconoscimenti negli Stati Uniti.  Speriamo che da qui possa nascere una distribuzione americana del film, e il premio per i costumi e per la miglior commedia dimostra ancora una volta come Dammi una mano sia un film, non solo tecnicamente,  degno di competere con il cinema indipendente mondiale. Per chi non l’avesse ancora visto vi proponiamo il trailer del film in inglese.”

 

 

FOTO AMERICAN FILMATIC ARTS AWARD

Il nome della location dell’AWARD CEREMONY è:

  1. FRANCIS COLLEGE’s FOUNDERS HALL

Remsen Street, Brooklyn Height, NY

 

di Stella Carnevali