Ex primo ministro Stabe: la Russia minaccerà la Finlandia dopo l’adesione alla NATO | Notizie Nato

Questa primavera potrebbe annunciare un nuovo ordine di sicurezza per Finlandia e Svezia, mentre i due paesi si preparano a candidarsi per l’adesione alla NATO.

A gennaio, il primo ministro finlandese, Sanna Marin, ha ribadito la posizione tradizionale del suo paese, secondo cui non aveva intenzione di entrare a far parte dell’Alleanza per la sicurezza. Ma all’inizio di aprile ha notato che “tutto è cambiato” da quando la Russia ha attaccato l’Ucraina.

“La Finlandia deve essere pronta per ogni tipo di misura dalla Russia”, ha detto ai giornalisti durante una visita in Svezia, aggiungendo che Helsinki avrebbe deciso l’adesione alla NATO “nel giro di poche settimane”.

Mentre il sostegno pubblico all’adesione della Finlandia alla NATO è stato compreso tra il 20 e il 30 per cento, recenti sondaggi d’opinione hanno mostrato che dall’inizio della guerra in Ucraina, circa il 70 per cento del popolo finlandese desidera che il proprio paese aderisca alla NATO.

Al Jazeera ha parlato con l’ex primo ministro finlandese Alexander Staub per capire cosa ha portato a questo drammatico cambiamento.

Staab, che è stato anche Ministro degli Affari Esteri e delle Finanze della Finlandia, è attualmente Professore e Direttore della School of Transnational Governance, con sede presso l’Istituto Universitario Europeo di Firenze.

Al Jazeera: Come descriveresti il ​​risveglio nazionale della Finlandia verso l’adesione alla NATO? Cosa è cambiato?

Alexander Stabb: Credo che la decisione sull’adesione della Finlandia alla NATO sia stata presa il 24 febbraio, alle cinque del mattino, quando [Russian President Vladimir] Putin ha attaccato l’Ucraina. È allora che l’opinione pubblica ha sostanzialmente preso una svolta di 180 gradi.

READ  I problemi della catena di approvvigionamento e l'elevata domanda portano alla carenza di tamponi e alla carenza di prodotti

Dal 50 per cento contrari e 20 per cento a favore, al 50 per cento con sostenitori e 20 per cento contrari. Attualmente, siamo il 68 per cento a favore e il 12 per cento contrari, e quando la nostra leadership politica presenterà la richiesta alla Svezia a metà maggio, mi aspetto che i nostri numeri saranno oltre l’80 per cento a favore dell’adesione alla NATO.

L’idea di base è che se Putin può massacrare i suoi fratelli, sorelle e cugini in Ucraina, può farlo anche in Finlandia e Svezia.

Per i finlandesi, questo riporta alla memoria i ricordi della seconda guerra mondiale. Quindi l’adesione alla NATO sarebbe un modo per aumentare la nostra sicurezza e quella dell’alleanza.

Al Jazeera: Ma questa non è la prima volta che la Russia attacca l’Ucraina. Nel 2014, quando ero Primo Ministro della Finlandia, la Russia ha annesso la regione della Crimea all’Ucraina. Ha pensato all’adesione alla NATO in quel momento?

impostare: Sono stata una delle poche persone in Finlandia che ha sempre sostenuto l’adesione della Finlandia alla NATO. In effetti, penso che avremmo dovuto entrare a far parte della NATO nel 1995, quando siamo entrati a far parte dell’Unione Europea.

Nel 2008 ha cercato di fare pressioni per l’adesione alla NATO. Sono stato allora Ministro degli Affari Esteri della Finlandia e Presidente dell’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (OSCE) e ho mediato la pace nella guerra in Georgia.

Dopo questi colloqui di mediazione, ho fatto un discorso [on August 8, 2008]chi è stato chiamato 080808. Nel discorso, ha spiegato come è tornata l’aggressione russa e che la Finlandia dovrebbe prendere in considerazione l’adesione alla NATO. Ma ho avuto un sacco di respingimenti e da allora, anche quando la Russia ha attaccato l’Ucraina nel 2014, non ho cercato di spingere per l’adesione alla NATO perché ero in minoranza.

READ  Sanzioni alla Russia: la Commissione europea suggerisce che la soluzione di pagamento del gas di Mosca potrebbe funzionare con le società dell'UE

Tuttavia, ora le cose sono diverse.

Dato il modo in cui la Russia ha attaccato l’Ucraina nel 2022, questa invasione sembra aver provocato le persone in Finlandia e cambiato idea. Quando l’opinione pubblica cambia, anche i leader politici cambiano la loro.

Al Jazeera: il primo ministro Sanna Marin ha parlato dell’adesione della Finlandia alla NATO quando un rapporto sulla sicurezza ha avvertito che la possibile adesione della Finlandia potrebbe aggravare ulteriormente la Russia, causando tensioni lungo il confine finlandese-russo.

Pensi che il primo ministro avrebbe dovuto aspettare che l’attuale guerra in Ucraina si calmasse?

impostare: Penso che, sai, abbiamo superato quella discussione per ora. Non ci aspettiamo minacce militari convenzionali, o attacchi, perché abbiamo uno dei più grandi eserciti permanenti in Europa: 900.000, riserve di 280.000 mobilitate, abbiamo appena acquistato 64 F-35 e disponiamo di eccellenti sistemi di difesa missilistica.

Penso che siamo più preparati per la NATO rispetto alla maggior parte degli stessi paesi membri.

Ma quello che vedremo dal momento in cui faremo domanda a metà maggio, fino al momento in cui diventeremo membri della NATO, ci saranno minacce contrastanti. Ci saranno minacce informatiche, ci sarà una guerra dell’informazione e siamo pronti per questo.

Ad esempio, quando il presidente ucraino Volodymyr Zelensky stava parlando al parlamento finlandese circa due settimane e mezzo fa, le pagine principali del Ministero della Difesa finlandese e del Ministero degli Affari Esteri sono cadute. E come sai, è stato chiaramente un attacco russo.

Allo stesso tempo, c’è stata una violazione del nostro spazio aereo, chiaramente di nuovo i russi.

Quindi queste sono le minacce che continueremo a ricevere finché saremo pronti. Nel quadro più ampio, l’adesione alla NATO di Finlandia e Svezia aumenterà anche la sicurezza della regione.

READ  La Banca d'Inghilterra ha aumentato i tassi di interesse nel tentativo di combattere l'aumento dell'inflazione

Al Jazeera: C’è opposizione che la Finlandia potrebbe affrontare da parte dei membri della NATO riguardo alla sua candidatura per la sua ascesa?

Alexander Stabb: Sono soggettivo, ma è molto difficile argomentare in modo razionale contro l’adesione di Finlandia e Svezia alla NATO. Oltre a forti forze militari, entrambi abbiamo le più grandi società di servizi di telecomunicazioni occidentali al mondo: Nokia ed Ericsson e questo è importante per l’infrastruttura di sicurezza generale.

Inoltre, abbiamo già l’esperienza di combattere guerre con la Russia, vista la nostra storia con il Cremlino. I membri della NATO sono consapevoli delle nostre capacità e non si impantaneranno quando si tratta della nostra adesione.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply