Ero capitano dell’Inghilterra quando il calcio femminile lottava per attirare l’attenzione: quanto siamo arrivati ​​| Fay White

io Vedere Fare la storia a Wembley Domenica, con i miei due bambini al mio fianco. Non riuscivo a dormire quella notte. Ho continuato a navigare sui social per vedere tutta la gioia e i festeggiamenti, poi ho guardato di nuovo la partita in TV: non volevo perdere un solo momento di questa meravigliosa occasione. Sono stanco, ma sono sicuro di non essere stanco come le leonesse, che so che faranno una grande festa, come abbiamo fatto quando ero capitano dell’Inghilterra tra il 2002 e il 2012.

Sono molto orgoglioso delle ragazze e mi sento anche fortunato ad aver avuto un ruolo nell’innalzare il livello del calcio femminile nella mia carriera. Ho sempre detto che finché lasci l’Inghilterra in un posto migliore rispetto a quando indossi la maglia per la prima volta e combatti mentre lavori, allora puoi guardarti allo specchio e dire: ‘Ho fatto tutto il possibile per questo sport.’ So di averlo fatto.

Investire nel gioco ci ha portato qui – questo e la battaglia in corso per cambiare le percezioni delle persone. Quando sono entrato all’Arsenal all’età di 17 anni, nel 1996, ho dovuto pagare la quota di abbonamento – circa cinque a settimana, che all’epoca erano tante, per giocare. Forse devi tornare indietro di generazioni perché sia ​​così per la squadra maschile dell’Arsenal. Ricordo che nel 2009, quando perdemmo la finale dell’Europeo contro la Germania, quando arrivammo all’aeroporto di Heathrow: non c’era una sola macchina da presa o giornalista. Questa volta, ho parlato Trafalgar Square Domenica prima della partita, e non riuscivo a credere a quanti tifosi stessero sostenendo la squadra. L’abisso tra passato e presente è incredibile.

READ  Il petrolio scende mentre la chiusura di Shanghai solleva preoccupazioni per la diminuzione della domanda

Ricordo di aver viaggiato a Quarti di finale della Coppa del Mondo 2011 in classe economica. L’intero team aveva un medico e un medico. Dovremo andare nella stanza d’albergo dopo le partite e sederci nei bagni di ghiaccio. Ora il team ha molti medici, medici e massaggiatrici, oltre a un freddo estremo Sale per crioterapia. Ottengono più risorse, il che è fondamentale per gli atleti per consentire loro di concentrarsi sulla propria forma fisica e sulle prestazioni.

Ho avuto la fortuna di giocare per l’Inghilterra nel 2009, quando la squadra è stata premiata contratti centrali, che ci ha permesso di rinunciare al nostro lavoro e di formarci di più. Molte delle donne con cui ho giocato per l’Inghilterra hanno svolto altri lavori – come vigili del fuoco o impiegate delle poste – e ho lavorato come istruttrice di fitness. Quando sono entrato nell’Arsenal e sono diventato capitano dell’Inghilterra, hanno giocato un ruolo per me e per alcuni altri giocatori come responsabili dello sviluppo, andare a scuola, parlare con le ragazze e fare sessioni di coaching per ispirarle.

Tuttavia, mi alzavo alle sei del mattino, andavo al lavoro, andavo direttamente all’allenamento e tornavo nel cuore della notte per farlo di nuovo. Questo sta cambiando, ma dobbiamo mantenere lo slancio. Deve iniziare a livello di base. Ogni ragazza dovrebbe avere l’opportunità di giocare a calcio nella scuola primaria. Dobbiamo riportare tutti coloro che giocano a calcio alla normalità, anche se è l’ora della pausa.

Ora abbiamo modelli incredibili tra cui Lea Williamson, capitano dell’Inghilterra, in prima linea. Dobbiamo continuare a sollevarlo. Dal momento che le partite maschili sono così intense, sono ancora dominanti, ma i club devono condividere maggiormente le proprie strutture per consentire lo svolgimento delle partite femminili. Anche la cura è fondamentale. Perché nessuna azienda dovrebbe voler concludere un affare con questa fantastica squadra, questi giocatori e questi modelli di ruolo?

READ  Ministero degli Esteri: la diplomazia ucraina di Mosca era una "scusa"

Sono orgogliosa di essere coinvolta nel calcio femminile: è onesto, è appassionato, è guidato dal puro amore. Se un giocatore rimane a terra, sai che è infetto. Altrimenti saltano e continuano il gioco; Rispettano l’arbitro e giocano solo con il desiderio di ispirare, raggiungere ed essere un grande modello per lo sport. Se hai appena partecipato al gioco delle donne di recente, sei il benvenuto! Ora esci e vai ai giochi e goditi questo fantastico viaggio. Ti prometto che non ci andrai mai Super League femminile La partita e dopo la partita non ti senti meglio.

Quando qualcosa è difficile, quando devi sfondare le barriere per farlo, diventa ancora più gratificante quando fai check. Ecco come mi sento quando guardo questa squadra giocare. Ho giocato con o contro molti di loro – Jill Scott, Elaine White e Lucy Bronze – nel corso degli anni. So cosa hanno passato per essere lì. Non potrei essere più orgoglioso.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply