Erling Haaland: “È una decisione per Erling”, ha detto l’amministratore delegato del Borussia Dortmund sull’imminente mossa dell’attaccante di lasciare

Diversi media britannici hanno riferito che il Manchester City probabilmente annuncerà la prossima settimana di aver concordato un accordo con loro Borussia Dortmund servizi di racchetta.
Haaland La forza bruta, il ritmo puro e la capacità devastante di finire lo hanno reso uno dei giocatori più ricercati al mondo, il che significa che il Dortmund ha ceduto alla perdita del suo fuoriclasse da quando ha firmato nel 2020.

L’amministratore delegato del Dortmund, Hans-Joachim Watzke, afferma che mentre molti club saranno frustrati dalla continua sconfitta contro quelli più in alto in classifica, i trasferimenti rendono molto più facile la gestione.

“È l’unico modo per noi perché quando un giocatore si comporta molto bene, dobbiamo combattere contro i grandi e i grandi club con gli oligarchi e i paesi arabi alle spalle”, ha detto Watsky al Senior Sports Analyst della CNN Darren Lewis.

E questa battaglia non possiamo vincere, ma possiamo vincere una battaglia contro un giocatore di 18 anni, come Judd Bellingham, perché questo giocatore ama giocare nel Borussia Dortmund perché abbiamo sempre 80.000 spettatori, è un’atmosfera molto bella il club sa come gestire i giovani giocatori. .

“Questo è il nostro modo, beh, abbiamo un buon reparto che cerca ogni giorno i giovani giocatori, ma è anche importante se hai il giocatore qui, devi svilupparlo e penso che funzioni… La maggior parte delle volte, funziona.”

Watzke non si fa illusioni sul posto del Dortmund nella gerarchia del calcio moderno.

Il club ha sponsorizzato – e poi venduto – molte delle stelle più grandi e costose d’Europa negli ultimi anni; Robert Lewandowski, Pierre-Emerick Aubameyang, Jadon Sancho, Mario Gotze, Mats Hummels, Ousmane Dembele e Christian Pulisic sono tra i giocatori che hanno indossato le famose maglie giallorosse.

Mentre Watzke si rende conto che un alto turnover dei giocatori fa parte del lavoro, c’è ancora un essere umano dietro la commissione di trasferimento e in alcune occasioni è più difficile dire addio che in altre.

READ  I Philadelphia 76ers affermano che James Harden è stato eliminato dall'All-Star Game per uno stiramento al tendine del ginocchio

“A volte è un po’ più emozionante”, ammette Watzke. “È stato molto toccante per me quando Mats Hummels mi ha detto nel 2016 che avrebbe lasciato il club dopo sette o otto anni, credo, perché è passato molto tempo e abbiamo avuto un rapporto molto speciale.

Ma a volte i giocatori stanno al Borussia Dortmund per un anno, due o tre anni, e in quel periodo non sono così profondi i sentimenti ed è normale nel calcio che i giocatori vengano e i giocatori vadano e se vogliono andare, va bene.

“A volte è un buon affare, a volte non va bene. Quando abbiamo venduto Ousmane Dembele al Barcellona dopo poco tempo, è stato un ottimo affare. Quando abbiamo lasciato Robert Lewandowski senza una quota di trasferimento, non è stato un buon affare , ma questo è il calcio”.

Ora sembra che Haaland lascerà il prossimo club.

Il 21enne ha segnato ben 85 gol in 88 partite da quando è arrivato dall’RB Salisburgo nel 2020, battendo diversi record di Bundesliga e Champions League.

Erling Haaland ha battuto diversi record di gol dal suo trasferimento al Dortmund.

Il Manchester City sembra destinato a rispettare la clausola rescissoria di Haaland da 75 milioni di euro (79 milioni di dollari) – un vero affare dato il suo talento e l’attuale clima sulle commissioni di trasferimento – e batterà alcuni dei più grandi club europei alla sua firma, tra cui Real Madrid, Manchester United e Paris Saint. – Germania.

Il giorno dell’intervista della CNN con Watzke (26 aprile), l’amministratore delegato del Dortmund ha ammesso di non sapere se Haaland se ne sarebbe andato durante la finestra di mercato estiva europea. Ma quello che sapeva per certo era che se Haaland fosse andato via, il Dortmund avrebbe continuato a competere come aveva sempre fatto.

READ  Polonia e Svezia si rifiutano di affrontare la Russia nelle qualificazioni ai Mondiali dopo aver invaso l'Ucraina

“È una decisione per Erling”, ha detto Watsky. “Erling, sai, ha una clausola di uscita e deve decidere se vogliamo o meno prendere quella clausola di uscita e ha tempo per darci la sua decisione. Quando arriverà il momento, lo farà.

“Ma noi [Dortmund] Abbiamo giocato a calcio per 113 anni e per 111 anni abbiamo giocato senza Erling Haaland. Avevamo Robert Lewandowski e poi ce ne siamo andati nel 2014, ma finora abbiamo giocato a calcio in 15, 16 e 17.

Poi è arrivato Pierre-Emerick Aubameyang e poi Erling Haaland e puoi star certo che se Erling prenderà la decisione di lasciarci, troveremo il prossimo [player] 100 percento.”

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply