Elon Musk presenta Twitter buy: notizie in diretta, aggiornamenti e feedback

credito…Andrew Kelly/Reuters

L’insolito groviglio di Elon Musk con Twitter – e lo è Ora vuole comprare Ha attirato l’attenzione non solo della Silicon Valley e del mondo dei social media, ma anche di alcuni avvocati di borsa.

Anche prima che il signor Musk annunciasse giovedì mattina di essersi offerto di acquistare Twitter per 43 miliardi di dollari, il mese scorso ha accumulato un grosso blocco di azioni nella società di social media ha attirato l’attenzione di uno studio legale che ha citato in giudizio il miliardario.

Martedì, lo studio legale Block & Leviton ha presentato a Causa federale contro il signor Musk A nome di diversi azionisti di Twitter che hanno affermato di aver subito perdite mentre il CEO di Tesla stava costruendo oltre il 9% delle azioni di Twitter. La causa cerca lo status di class action e afferma che gli investitori di Twitter che hanno venduto azioni alla fine del mese scorso potrebbero aver perso potenziali guadagni perché il signor Musk non ha rivelato immediatamente la sua ampia quota di proprietà.

La denuncia civile indicava che il 4 aprile Musk aveva rivelato di aver accumulato una partecipazione del 9% in Twitter, rendendolo il maggiore azionista della società, sebbene avesse iniziato a costruire la sua partecipazione molto prima. Quando il signor Musk ha finalmente rivelato la sua partecipazione in Twitter, il prezzo delle azioni della società è salito a $ 49,97 da $ 39,31. La causa afferma che il signor Musk ha dovuto rivelare in un deposito normativo entro il 24 marzo di aver acquisito una partecipazione del 5% in Twitter.

READ  I futures del Dow Jones indicano una "rapida" inversione di mercato poiché la banca russa prende di mira la Russia durante l'invasione dell'Ucraina

La Securities and Exchange Commission richiede agli investitori di rivelare pubblicamente di aver acquisito una partecipazione del 5% o più in una società entro 10 giorni dall’acquisizione delle azioni, una regola intesa principalmente a costringere i gestori degli investimenti come gli hedge fund a rivelare le loro azioni nel mercato.

La causa ha affermato che non inviando i file richiesti entro quel lasso di tempo, il signor Musk ha risparmiato denaro acquistando azioni di Twitter a un tasso più conveniente. Agli investitori che hanno venduto azioni prima della divulgazione è stata negata l’opportunità di beneficiare degli aumenti di prezzo.

Da quando il signor Musk ha assunto la sua posizione finanziaria di alto livello su Twitter, Wall Street e gli avvocati di borsa hanno ipotizzato che la SEC potrebbe esaminare se il miliardario ha violato le leggi sui titoli non rivelando immediatamente la sua partecipazione.

Se la Securities and Exchange Commission dovesse indagare sulla divulgazione tardiva, probabilmente valuterebbe se il signor Musk avesse l’intenzione di violare la regola di archiviazione del 5 percento o se si trattasse di un errore non intenzionale o di supervisione.

La Securities and Exchange Commission ha rifiutato di commentare. Non è stato possibile contattare immediatamente un avvocato per il signor Musk per un commento.

Dennis Keeler di Better Markets, un watchdog sulla trasparenza normativa e aziendale, ha affermato che le autorità di regolamentazione sono obbligate a considerare la questione della divulgazione per inviare un messaggio che tutti gli investitori sono trattati allo stesso modo.

“Lo stato di diritto crolla se i miliardari rispettano un diverso insieme di regole”, ha detto.

READ  Goldman Sachs diventa la prima grande banca di Wall Street a lasciare la Russia

A febbraio, la Securities and Exchange Commission ha proposto Taglia il lasso di tempo a metà Durante il quale gli investitori devono rivelare pubblicamente di aver acquisito il 5% delle azioni della società negli attuali 10-5 giorni.

Robert Jackson Jr., ex commissario della Securities and Exchange Commission e ora professore alla New York University School of Law, ha affermato che l’apparente ritardo nella divulgazione da parte di Musk potrebbe essere rilevante in relazione al Williams Act, un quinquennio -vecchia legge che stabilisce le regole di base per i tentativi di acquisizione che è considerato indesiderabile o ostile.

ha affermato Jackson, co-direttore dell’Institute for Corporate Governance and Finance della New York University. “Se questo non fosse un problema che il Williams Act temeva, è difficile sapere quale sarebbe”.

L’offerta pubblica di acquisto di Twitter di Mr Musk arriva poche settimane dopo che l’ha fatta lanciato un tentativo di smettere Un accordo di quattro anni con la SEC richiedeva che i suoi post su Twitter fossero esaminati per possibili informazioni sul mercato da parte dei funzionari di Tesla, la società di auto elettriche che gestisce. L’accordo con la Securities and Exchange Commission è il risultato di un post su Twitter del signor Musk sulla disponibilità di fondi per rendere Tesla privata quando in realtà non aveva i finanziamenti a portata di mano.

Da allora, il signor Musk è stato frustrato dall’accordo e dalla necessità di rivedere i suoi post su Twitter. In una causa, l’avvocato di Musk ha affermato che i termini dell’accordo in corso equivalevano a “una limitazione incostituzionale al discorso del signor Musk”.

READ  Futures Dow Jones: Apple e Amazon hanno colpito la tecnologia dopo il rimbalzo del mercato; Elon Musk vende azioni Tesla

Efrat Livni Contribuire alla redazione dei rapporti.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply