Novembre 27, 2021

Umbrialibera

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Umbrialibera

Elon Musk Le tasse non sono l’unico motivo per vendere azioni Tesla

Elon Musk, fondatore e CEO di SpaceX, visita il cantiere della Gigafactory di Tesla a Grunheit, vicino a Berlino, in Germania, il 17 maggio 2021.

Michele Tantussi | Reuters

Vendita di Elon Musk Tesla Il titolo è stato un po’ sorprendente la scorsa settimana per coloro che seguono la sua storia Potenziale fattura fiscale da $ 10 miliardi a $ 15 miliardi Tra le stock option offerte nel 2012. Tuttavia, secondo i contabili, la maggior parte delle sue vendite non sembra essere vincolata alle tasse, il che significa che perderà più azioni di quanto si aspettasse.

Le opzioni di Muskin su 23 milioni di azioni scadono ad agosto, che è la scadenza per la fattura fiscale della California e dell’Inland Revenue Service. Musk ha iniziato a usare le opzioni l’8 novembre. Ha usato $ 2,5 miliardi in azioni e ha venduto $ 1,1 miliardi in opzioni utilizzate per pagare le tasse.

“Le azioni del pubblico dominio sono state vendute solo per soddisfare gli obblighi fiscali del contribuente del denunciante in relazione all’esecuzione delle stock option”, ha dichiarato una nota alla sua Securities and Exchange Commission. Archiviato Per l’8 novembre.

Ma, il 9 novembre, le sue vendite hanno preso una brutta piega. Invece di vendere come parte di un corso di formazione opzionale, Musk ha iniziato a vendere dal suo stock esistente. I contabili hanno affermato che non era pratico per Musk utilizzare le azioni esistenti per pagare le tasse sulle sue opzioni perché hanno un carico fiscale più elevato.

Le opzioni di Muskin sono tassate come reddito ordinario perché sono considerate un compenso. Il rapporto federale-California potrebbe raggiungere il 54%. Il prezzo di esercizio sulle opzioni era di $ 6,24 per azione e il prezzo delle azioni di Tesla era superiore a $ 1.600 lunedì, quindi avrebbe pagato tasse più elevate – oltre $ 20 miliardi e oltre $ 10 miliardi di profitti.

READ  La Gran Bretagna dice alla Francia: ritiratevi tra 48 ore o saremo duri

In genere, i dirigenti vendono immediatamente le azioni acquistate per pagare le tasse, note come “formazione senza contanti”. Poiché le azioni vengono vendute immediatamente, non vi è alcuna imposta aggiuntiva sulle plusvalenze sulle azioni vendute.

novembre Poiché la vendita di 9 Musk è stata una vendita di azioni diretta di piccole dimensioni o basata sui costi, dovrà pagare tasse sulle plusvalenze a lungo termine fino a $ 1,3 miliardi. L’utilizzo di tale reddito per pagare un’imposta doganale è tassabile due volte: una volta sulle plusvalenze e una volta sulle opzioni.

Toby Johnston, capo dell’ufficio della Silicon Valley presso Moss Adams, una società di contabilità, consulenza e gestione patrimoniale, ha dichiarato: “Non ha senso per lui utilizzare quel reddito a fini fiscali.

Musk ha riconosciuto che le azioni ordinarie sono meno tassabili rispetto alla vendita di azioni opzionali. “Un attento osservatore dovrebbe notare che il mio tasso di vendita di azioni (basato su basso) supera significativamente il mio rapporto di fitness opzionale di 10b (basato su alto), essendo quindi più vicino a un aumento delle tasse che a una riduzione”, ha twittato domenica.

Perché Musk vende azioni riluttanti a un costo fiscale relativamente elevato? Gli esperti fiscali e gli analisti di Tesla affermano che utilizzerà ancora le opzioni prima di agosto perché scadranno e, anche al netto delle tasse, la società avrà miliardi sul tavolo, con una proprietà aggiuntiva. Cioè, ha ancora miliardi di riserve da esercitare e miliardi da vendere per pagare le tasse.

$ 5,7 miliardi e le azioni aggiuntive riluttanti che vende saranno direttamente in contanti. Mentre deve pagare le tasse federali sulle plusvalenze sulle vendite, non deve pagare le tasse statali sui profitti perché ora è residente fiscale in Texas. La stessa regola non si applica alle sue tasse facoltative, tuttavia, che sono considerate benefici per i dipendenti e guadagnate mentre si trova in California.

READ  Caso di omicidio di Ahmed Arbury: la giuria inizierà il secondo giorno di dibattito

I contabili dicono che la vendita non è stata per beneficenza perché ha semplicemente donato azioni preziose, piuttosto che vendere l’imposta sulle plusvalenze in primo luogo. Potrebbe usare i proventi per SpaceX, una società spaziale di proprietà privata o un’altra impresa privata. Oppure potrebbe essere stato ricco di azioni e senza contanti per molti anni, prendendo in prestito il prezzo delle azioni per finanziare la sua vita e volendo togliere i soldi dal tavolo. È probabile che anche le tasse federali aumenteranno l’anno prossimo, creando ulteriori incentivi se pensa già di prelevare denaro.

Qualunque siano le ragioni, Musk potrebbe vendere più dei $ 10 miliardi a $ 15 miliardi necessari per le tasse. Ha condotto un sondaggio su Twitter il 6 novembre In esso ha chiesto ai suoi follower se voleva vendere la sua quota del 10% e ha detto che sarebbe stato vincolato dai risultati. Nel sondaggio, il 58% degli intervistati ha dichiarato che avrebbe venduto la sua quota del 10%, il che potrebbe significare più di $ 20 miliardi di vendite totali.

“Per quelli al suo livello, le tasse non sono sempre il motore principale delle decisioni di investimento”, ha affermato Johnston. “Mi sento ancora come se mancasse un pezzo del mistero che non conosciamo”.