È morto all’età di 94 anni Sidney Poitier, il primo uomo di colore a vincere un Oscar come miglior attore.

Sidney Poitier, La leggendaria star, il primo uomo di colore a vincere un Oscar come miglior attore, è morto all’età di 94 anni, ha confermato venerdì il ministro degli Esteri delle Bahamas Fred Mitchell a CBS News. La morte di Poitier è stata segnalata dalla famiglia Mitchell ma non erano disponibili altri dettagli.

I Poitiers, che hanno due razze nazionali, quella americana e quella delle Bahamas, sono “un simbolo, un eroe, una guida, un guerriero, un tesoro nazionale”, ha detto il vice primo ministro Chester Cooper al suo funzionario. pagina Facebook.

La vita di Poitier è stata una serie di “primati”. Nel 1958, è stato il primo attore nero ad essere nominato per un Oscar come miglior attore per il suo ruolo di criminale latitante condannato in “The Different Ones”.

Quando fu nuovamente nominato nel 1964, ricevette l’Oscar per “Gigli del campo”. Non è stato solo il primo attore di colore a farlo, è stato l’unico fino al 2002.

È stato il primo uomo di colore a baciare una donna bianca nel film del 1965 A Patch of Blue.

Ha dato interpretazioni memorabili in film vincitori dell’Academy Award come “Nel calore della notte”, “To Sir, With Love” e “Indovina chi viene a cena”.

Nel 2009, Poitier è stato insignito della Medaglia Presidenziale degli Stati Uniti – il più alto riconoscimento civile della nazione – da Barack Obama.

L'attore Sidney Poitier ha vinto la medaglia presidenziale 2009
L’attore Sidney Poitier riceve la medaglia presidenziale per l’indipendenza dal presidente Barack Obama il 12 agosto 2009 durante una cerimonia nella Sala Est della Casa Bianca.

Andrew Horror / Bloomberg via Getty Images


“Sydney Poitier ha incarnato la dignità e la compassione”, ha detto Obama L’ha twittato Venerdì ha detto: “Rivela il potere dei film e ci avvicina. Ha anche aperto le porte a una generazione di attori”.

Poitier ha detto a CBS News che le sue scelte di carriera riguardavano meno l’essere “primi” e più l’immagine dei suoi personaggi. Non lo farà, lui Nel 2013 Leslie disse a Stalin, Interpreta qualcuno che è immorale o crudele. “Se guardi la mia vita, vedrai che non l’ho mai fatto. Non l’ho mai fatto.”

“Non sono entrato nell’industria cinematografica per essere identificato come l’opinione che qualcun altro ha di me”, ha detto Poitier a Stalin. Ha detto che non avrei preso alcun ruolo che riflettesse negativamente mio padre, mia madre e i miei valori.

“Mio padre era un coltivatore di pomodori. C’è una frase secondo cui lui o lei si sono infilati le dita nell’osso. Beh, quello è mio padre. Ed è un brav’uomo”.

Sidney Poitier, il più giovane di sette figli, è nato tre mesi fa ei suoi genitori bahamiani erano a Miami per vendere pomodori.

Incerto se sarebbe sopravvissuto, suo padre acquistò una piccola bara, mentre sua madre consultava un lettore di palma.

“La donna gli prese la mano e iniziò a parlare con mia madre: ‘Non preoccuparti per tuo figlio. Sopravviverà'”, ha ricordato Poitier. Queste sono le parole che disse: “Egli camminerà con i re”.

Adempì: “Tutto ciò che ha detto, compreso ciò che accade con i re, sì”.

Il presidente Joe Biden è stato uno di quelli che hanno reso omaggio a Bodier dopo la sua morte. La sua dichiarazione diceva:

“Sydney è stato più di uno dei più grandi attori della nostra storia. La sua interpretazione iconica in film come Avversari, Un’uva al sole, Indovina chi viene a cena, E Nel calore della notte Era uno specchio della mentalità razziale degli Stati Uniti negli anni ’50 e ’60. Con il suo incrollabile lusso ed equilibrio, con il suo calore, la sua profondità e il suo status unici, ha aiutato Sydney ad aprire i cuori di milioni di persone e a cambiare il modo in cui l’America si vede”.

L’amico intimo di Poitier, Harry Bellefont, ha rilasciato una dichiarazione venerdì definendo l’iconico attore “il suo partner nel tentativo di rendere questo mondo un po’ migliore”.

“Per più di 80 anni, Sidney e io abbiamo riso, pianto e fatto più malizia che potevamo”, ha scritto. “È davvero mio fratello e un partner nel tentativo di rendere questo mondo un po’ migliore. Ha decisamente migliorato tutta la mia vita”.

La notizia della fama di Poitier ha inondato i social media, con il premio Oscar Morgan Freeman che lo ha elogiato come “la mia ispirazione, la mia luce guida, il mio amico” e Oprah Winfrey come suo “amico, fratello, credente e insegnante di saggezza”.

“Le parole non possono descrivere come il tuo lavoro abbia cambiato radicalmente la mia vita”, ha scritto la collega vincitrice dell’Oscar Viola Davis. “La dignità, la natura, la forza, l’elettricità speciale e pura che hai portato ai tuoi personaggi, ci hanno mostrato che noi neri siamo importanti !!!”

L’attore Jeffrey Wright lo ha definito un “bello, compassionevole, amorevole, vero uomo reale”.

READ  Abbiamo appreso il 2° giorno dell'udienza, il 6 gennaio

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply