Darren Baker festeggia la vittoria delle Dusty’s World Series

Dopo che Kenny Lofton si è recato dal giocatore dell’Angel Center Darren Erstad per finire i Campionati del Mondo 2002, il manager dei Giants Dusty Baker è visto tenere in braccio suo figlio di 3 anni, Darren BakerDal bunker al club. Il giovane Darren era rauco, sconvolto dal fatto che suo padre avesse perso la Fall Classic.

Quando Dusty ha visto Darren in campo, i due si sono abbracciati. Non si è parlato molto. Darren ha detto che molte cose sono state dette senza parole. Ha ricordato a suo padre una conversazione che aveva avuto all’inizio della giornata, quando ha detto a Darren Dusty che gli Astros avrebbero sconfitto i Phillies lo stesso giorno. Dusty ha risposto: “Ce l’abbiamo fatta”.

“È stato molto speciale”, ha detto Darren al telefono martedì pomeriggio. “Ci sono state molte delusioni e incertezze nella sua vita. Non lo so. Ci hai messo molto in qualcosa, vuoi assolutamente ottenere il premio finale. Vederlo è stato fantastico”.

Darren si è divertito molto Mostra a Houston, molto. Era la prima volta che partecipava a un evento del genere. Ha detto di non aver mai visto così tante persone in vita sua. Darren era in piedi accanto ad Alex Bergman quando un fan ha lanciato una birra verso di loro. Lo afferrò e ne bevve una grossa dose.

“[Bergman] Ne stava chiamando uno. Abbiamo bevuto e ci siamo divertiti molto”, ha detto Darren.

Al settimo inning, Loften ha triplicato al campo destro. Quando GT Snow e David Bell hanno segnato, Darren è corso e ha cercato di afferrare la racchetta di Lofton, ma la palla era ancora in gioco. Quando ha segnato davanti a Bill, Snow ha afferrato Darren per la giacca della sua squadra a casa base e lo ha strappato in modo che non interferisse con il gioco.

Darren non ricorda l’incidente 20 anni dopo, ma ricorda di aver pianto tra le braccia di suo padre dopo la fine dei Campionati del Mondo.

“Ricordo cose come le patch”, ha detto Darren. “Kenny Lofton e Barry Bonds erano i miei giocatori preferiti. Ricordo quando piangevo [at the end of the World Series]. Capì, anche a quell’età, di vincere e perdere. Ho passato tutti i giorni dell’anno con questi ragazzi. Sono rimasto decisamente deluso.

“Purtroppo non ricordo di essere stato prelevato [by Snow]. Non lo ricordo. Se non c’erano video o YouTube, era come se non mi fosse mai successo. Vorrei poter ricordare. Sarebbe bello ricordare una cosa del genere”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply