Corteo di spose, musica classica e rock

| Torgiano vive la sua notte romantica |

0
2825

di Stefano Ragni

 

Si chiude con un corteo di spose la Notte Romantica promossa dall’amministrazione comunale di Torgiano.
Una decina di ragazze avvolte nel più fascinoso abito che una donna possa indossare nella sua vita, sfilano in piazza, realizzando un cerchio magico da Notte di Mezza Estate.

Un San Giovanni Battista di lusso che era iniziato già alle 20,30 in piazzetta Baglioni con un sintetico concerto di musica classica sulla pedana tutta occupata da arnesi sonori del rock.

Perfetta condivisione tra storia e contemporaneità, scandita da un avvicendamento che ha visto un nutrito pubblico ascoltare la musica accademica per poi concedersi il tuffo nel passato col Living Group, formazione rock dai capelli grigi, ma dall’animo ancora elettrico.

All’imbrunire il chitarrista Alessandro Zucchetti e il pianista Riccardo Gambacorta, quatti quatti, si appropriano della pedana.

C’è l’adeguata amplificazione e la chitarra di Zucchetti può espandersi in una iniziale Sonata in sol minore di Vivaldi. E’ una trascrizione, ma sia Alessandro che Riccardo, alla tastiera elettronica, affrontano il loro compito con serietà.

Certo, mentre metà del pubblico li ascolta, l’altra metà cena sui tavoli della vineria, riproducendo, in chiave ironica, la situazione di un autentico “banchetto estense”, con musici che suonano e spettatori che se la spassano tra taglieri di salumi e buon vino Lungarotti.
Forse l’anno prossimo bisognerà pensare a una seria divisione di spazi.

La prestazione di Zucchetti e Gambacorta, compassati strumentisti che non si sono lasciati distrarre dalla situazione, è proseguita con Annecy di Maurizio Colonna, con la suggestiva Preghiera di Barrios Mangorè, con un pizzico di Danze Argentine, un valzer di Chopin e un Omaggio a Battisti che il chitarrista modula con intelligenza.

A sorpresa poi Zucchetti depone la chitarre e si fa accompagnare da Riccardo in due canzoni d’epoca, Mattinata di Leoncavallo e Musica Proibita di Gastaldon.
Ha una bella voce di tenore, qualità che accresce il suo profilo di musicista interessante.

La serata di questi due giovani musicisti ha assicurato alla Filarmonica Ciro Scarponila continuità di una presenza all’estate torgianese che ha segnato punti di qualità per una associazione che, guidata dal presidente Attilio Gambacorta, assicura alla cittadinanza un flusso continuo di proposte musicali.
L’attenzione del sindaco Marcello Nasini ha il suo riscontro in un germogliare di iniziative che coinvolgono i non pochi giovani musicisti torgianesei, dai citati Zucchetti e Gambacorta, alla pianista Alessia Cecchetti.
Ora col pianoforte a coda dato in concessione alla Filarmonica Scarponi dalla generosa disponibilità della professoressa Maria Grazia Pittavini, il livello qualitativo potrà alzarsi con l’utilizzazione di un idoneo strumento.