Cina Russia: 4 modi in cui la Cina rende silenziosamente la vita più difficile alla Russia

Ora, con l’economia russa colpita da sanzioni da tutto il mondo, ci sono prove crescenti che la Cina Volontà e capacità di aiutare il suo vicino settentrionale può essere limitato. Pechino si è rifiutata di condannare l’attacco della Russia all’Ucraina ma vuole evitare di essere influenzata dalle sanzioni, che ha più volte denunciato come un modo inefficace per risolvere la crisi.
“La Cina non ne è parte [Ukraine] Crisi, e non voglio che le sanzioni colpiscano la Cina”, ha detto il ministro degli Esteri Wang Yi Egli ha detto Martedì, durante una conversazione telefonica con la sua controparte spagnola.

Anche Pechino ha espresso il suo pieno sostegno mercoledì per i commenti fatti all’inizio di questa settimana dall’ambasciatore cinese in Ucraina. “La Cina non attaccherà mai l’Ucraina. Aiuteremo, soprattutto economicamente”, ha affermato Fan Xianrong in un comunicato stampa del governo regionale di Leopoli.

Le preoccupazioni che le società cinesi potrebbero affrontare le sanzioni statunitensi per i legami con la Russia hanno contribuito a un’epica vendita di azioni cinesi gli ultimi giorni. Quel declino è stato annullato mercoledì quando Pechino ha promesso che avrebbe perseguito politiche per rilanciare la sua economia vacillante e mantenere stabili i mercati finanziari.

Funzionari statunitensi hanno detto alla CNN lunedì di avere informazioni che indicano che la Cina ha Esprimi un po’ di apertura Fornire alla Russia l’assistenza militare e finanziaria necessaria. La Cina l’ha liquidata come “disinformazione”.
Analisti Dire La Cina sta cercando di trovare un “delicato equilibrio” tra il sostegno retorico alla Russia, ma senza inimicarsi ulteriormente gli Stati Uniti.

Pechino e Mosca condividono un interesse strategico a sfidare l’Occidente. Tuttavia, le banche cinesi non possono permettersi di perdere l’accesso al dollaro USA e molte industrie cinesi non possono permetterselo Essere privati ​​della tecnologia americana.

Mentre la Cina è il partner commerciale numero uno della Russia, Pechino ha altre priorità. Il commercio tra i due paesi rappresentava solo il 2% del volume totale del commercio cinese. L’Unione Europea e gli Stati Uniti hanno quote molto maggiori, secondo le statistiche doganali cinesi dell’ultimo anno.

READ  Ucraina: i russi si ritirano da Kharkiv, nella regione orientale

Ecco alcune delle misure che Pechino ha adottato nelle ultime settimane per prendere le distanze Da isolato e cade a pezzi Economia russa.

Lascia cadere il rublo

La valuta cinese, lo yuan, non commercia completamente liberamente e si muove invece entro intervalli stabiliti dai funzionari della Banca popolare cinese (PBOC). La scorsa settimana, hanno raddoppiato le dimensioni della banda di scambio del rublo, il che ha consentito alla valuta russa di deprezzarsi ancora più velocemente.

Il rublo ha già perso più del 20%. del suo valore sia rispetto al dollaro che all’euro dall’inizio della guerra in Ucraina. Consentendo alla valuta russa di deprezzarsi rispetto allo yuan, Pechino non sta facendo alcun favore a Mosca.

I russi dovranno pagare di più in rubli per le importazioni cinesi come smartphone e automobili. I marchi di telefoni cinesi come Xiaomi e Huawei sono molto popolari in Russia e sono stati in competizione con loro una mela (AAPL) E il Samsung (SSNLF) Per guidare il mercato prima della guerra.
Le case automobilistiche cinesi, come Great Wall Motor e Geely Auto, Occupa il 7% del mercato russoL’anno scorso sono state vendute più di 115.000 auto. La Great Wall Motor Company ha smesso di fornire nuove auto ai concessionari in Russia a causa delle fluttuazioni dei tassi di cambio.
L’ampliamento del trading range consentirà allo yuan di tenere il passo con le fluttuazioni selvagge del rublo, in modo che le società cinesi possano “comprendere meglio l’entità o la direzione delle future fluttuazioni dei tassi di cambio e ridurre il rischio di cambio utilizzando metodi di copertura, come i derivati”. Rete commerciale statale cinese Ho segnalato la settimana scorsa.
Attualmente, circa 25 miliardi di dollari di scambi commerciali tra Cina e Russia sono condotti in yuan, media statali cinesi menzionato.

Siediti sulle riserve

L’aiuto più significativo che la Cina può fornire alla Russia è attraverso le riserve di 90 miliardi di dollari che Mosca detiene in yuan, ha scritto in un rapporto di ricerca Alicia Garcia-Herrero, capo economista Asia-Pacifico di Natixis.

READ  L'esercito russo avverte di bombardamenti a Kiev, secondo una dichiarazione tramite i media statali

Le sanzioni hanno congelato 315 miliardi di dollari nelle riserve russe – o quasi la metà del totale – poiché i paesi occidentali hanno bandito la Banca centrale russa.

Il ministro delle finanze russo Anton Siluanov ha dichiarato questa settimana che il suo paese vuole utilizzare le riserve dello yuan dopo che a Mosca è stato negato l’accesso al dollaro USA e all’euro, secondo il Media statali russi.

La People’s Bank of China (PBOC) non ha ancora commentato la sua posizione su queste riserve.

Garcia Herrero ha osservato che se la Cina permettesse a Mosca di convertire le sue riserve di yuan in dollari USA o euro, “ovviamente aiuterebbe la Russia nell’attuale impasse”. Tuttavia, ha affermato, “il rischio screditante di una potenziale violazione delle sanzioni occidentali sarebbe un passo enorme da compiere per la Banca popolare cinese (PBOC), e quindi lo renderebbe altamente improbabile”.

“I guadagni a lungo termine dell’avvicinarsi alla Russia potrebbero non essere commisurati all’effetto che gli investitori occidentali perdono improvvisamente interesse per la Cina”, ha aggiunto.

Sospensione dei pezzi di ricambio dell’aeromobile

Le sanzioni imposte dagli Stati Uniti e dall’Unione Europea significano che i due maggiori produttori di aeromobili del mondo, Boeing (Scapoli) E il Airbus (EADSF), non può più fornire pezzi di ricambio o fornire supporto per la manutenzione alle compagnie aeree russe. Lo stesso vale per i produttori di motori a reazione.

Ciò significa che le compagnie aeree russe potrebbero esaurire i pezzi di ricambio nel giro di poche settimane o far volare gli aerei senza sostituire le apparecchiature con la frequenza consigliata per operare in sicurezza.

Perché la Cina non ha messo in gioco la sua economia per salvare Putin?

All’inizio di questo mese, un alto funzionario russo ha affermato che la Cina ha rifiutato di inviare parti di aerei in Russia mentre Mosca cerca forniture alternative.

L’agenzia di stampa statale russa TASS ha citato Valery Kudinov, capo dell’aeronavigabilità presso l’Agenzia russa per il trasporto aereo, dicendo che la Russia cercherà opportunità per acquisire parti da paesi tra cui Turchia e India dopo un tentativo fallito di ottenerle dalla Cina.

READ  Elon Musk fornisce la sua risposta alla recensione "Cos'è una donna?".

“Per quanto ne so, la Cina ha rifiutato”, avrebbe detto Kudinov.

In risposta alla richiesta di commento della CNN, il ministero degli Esteri cinese ha ribadito i commenti di Pechino L’opposizione alle sanzioni ha aggiunto che Cina e Russia manterranno “una normale cooperazione economica e commerciale”.

Cina e Russia hanno costituito una joint venture nel settore dell’aviazione civile nel 2017 per costruire un nuovo jet passeggeri a fusoliera larga a lungo raggio, nel tentativo di rivaleggiare con il duopolio di Boeing e Airbus. Produzione CR929 Ho iniziatoTuttavia, le controversie sui fornitori hanno causato ritardi. Inizialmente doveva consegnare l’aereo ai clienti nel 2024. Ma la Russia ha posticipato il programma dal 2028 al 2029.

Congelamento degli investimenti in infrastrutture

La Banca Mondiale ha sospeso tutti i suoi programmi in Russia e Bielorussia dopo l’invasione dell’Ucraina. Non ha approvato nuovi prestiti o investimenti alla Russia dal 2014, né ha approvato nuovi prestiti o investimenti alla Bielorussia dal 2020.

La cosa più sorprendente, forse, è la decisione della Asian Infrastructure Investment Bank con sede a Pechino di fare lo stesso. E in una dichiarazione rilasciata all’inizio di questo mese, ha affermato che avrebbe sospeso tutte le sue attività legate alla Russia e alla Bielorussia “mentre scoppia la guerra in Ucraina”. Ha aggiunto che la mossa era “nell’interesse” della banca.

Frustrata dalla relativa mancanza di influenza presso la Banca Mondiale (con sede a Washington, DC) e la Banca asiatica di sviluppo (dove il Giappone è una grande potenza), la Cina ha lanciato AIIB nel 2016. Oltre ad ospitare la sede centrale, la Cina fornisce il capo della banca e ha 26,5% dei voti. India e Russia rispettivamente 7,6% e 6%.
La decisione dell’Asian Infrastructure Investment Bank significa la sospensione delle attività in Russia $ 1,1 miliardi di prestiti approvati o proposti Mira a migliorare la rete stradale e ferroviaria del Paese ed è ora sospeso.

L’ufficio di Pechino della CNN e Sydney di Hannah Ritchie hanno contribuito a questo articolo.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply