Chase Elliott, nato in Georgia, ottiene la sua prima vittoria in NASCAR Cup all’Atlanta Motor Speedway

Hampton, JA; Con i fan che tifavano per ogni sua mossa, Chase Elliott voleva così tanto questa vittoria.

Cory vide Lagoy saltare velocemente nello specchietto retrovisore. In nessun modo Elliot lo stava lasciando passare.

Il pilota nato in Georgia ha superato un LaJoie angosciato nella sua mente a meno di due giri per tagliare il traguardo sotto il giallo dopo che un grosso blocco ha spinto LaJoie contro il muro domenica all’Atlanta Motor Speedway.

È stata la prima vittoria della NASCAR Cup di Elliott su quello che considera il suo percorso di casa dopo aver fallito nei suoi primi otto tentativi.

“Ho visto i giocatori vincere in casa e puoi dire che significa molto per loro”, ha detto Elliott. “Ma finché non inizi a gareggiare nella fase più alta dello sport, non capisci davvero cosa potrebbe significare per te. Ottenere questo momento è molto speciale e ne sono grato”.

Ritirandosi davanti alla tribuna principale, Elliott è stato accolto con una rauca ovazione da parte dei fan che esultavano ad alta voce ogni volta che andava in prima fila e sembravano allungarsi fino a Dawsonville, la città della Georgia del Nord che ha prodotto il vincitore e suo padre, di lunga data Bill Elliott, star della NASCAR Cup.

“Awesome Bill From Dawsonville” ha vinto cinque volte sullo storico circuito di Atlanta. Ora, anche suo figlio ne ha uno.

Gli Elliott sono gli unici piloti di origine georgiana ad aver vinto una gara di Coppa ad Atlanta. Sono il terzo padre e figlio a prendere la bandiera a scacchi nel triangolo di 1,54 miglia, unendosi a Garrett (Ned e Dale) e Earnhardt (Dell e Dale Jr.).

READ  Colorado Avalanche mancherà il difensore Samuel Gerrard per il resto della stagione con frattura dello sterno all'"esame legale"

Il freno in fuga della movimentata gara di Atlanta ha negato a LaJoie la prima vittoria della sua carriera, il che sarebbe stato un enorme shock per il team Spire Motorsports a basso budget.

Al riavvio a tre giri dalla fine. LaJoie ha guidato il campo dal fairway indoor e ha fatto tutto il possibile per respingere Elliott. Ma, dopo aver tagliato la linea di partenza e di arrivo per la prossima e ultima volta, Elliott è salito in cima dall’esterno con un’utile spinta di Eric Jones.

LaJoie stava stabilendo una buona corsa sul leader mentre prendeva bandiera bianca, cercando di superare Elliott nello stesso punto in cui aveva rinunciato al comando.

Elliott è scivolato nelle banche per eliminare il suo rivale. LaJoie, che aveva solo un posto tra i primi cinque nella sua carriera, ha finito lo spazio e ha rotto il muro esterno.

Ross Chastain sembrava muoversi su Elliott, ma le luci gialle lampeggiavano con il numero 9 ancora a pochi passi dall’auto.

Questo era lui. Elliott è stato finalmente in grado di riposarsi, diventando il primo tre volte vincitore in una stagione che ha prodotto 13 diversi vincitori.

Chastain è stato il secondo classificato, seguito da Austin Cendrick, Jones e Ryan Blaney. LaJoie si è piazzato al 21° posto.

“Ovviamente sapevo che avrebbe fatto una grande corsa”, ha detto Elliott. “Ho cercato di dargli una grande, grande spinta”. “Non so cos’altro fare. O vinci o no. Scelgo l’opzione A ogni volta”.

LaJoie, il cui miglior piazzamento in carriera è stato quinto nella gara di primavera di quest’anno ad Atlanta, ha quasi ottenuto la vittoria più improbabile di una stagione selvaggia. Non si è lamentato della mossa aggressiva di Elliot.

READ  Cosa aspettarsi da Michael Harris II nelle Majors

“È stato divertente”, ha detto Lagoy. “È bello avere questa cosa in anticipo per una volta. Sono andato avanti. Non ha funzionato”.

Anche il proprietario di Elliott Rick Hendrick ha simpatizzato per il duro finale di LaJoie.

“Se non potevamo vincere, volevo che vincessero”, ha detto Hendrick. “Ha guidato una grande gara. Sembrava buono come chiunque altro in campo.”

Era Martin Truex Jr. Guida un gruppo compatto in testa quando Chastain ha causato il suo secondo naufragio della giornata 14 giri fa.

Chastain, due volte vincitore in questa stagione, si è fatto molti nemici con la sua guida eccessivamente aggressiva. Ha colpito il quarterboard posteriore sinistro dell’auto di Denny Hamlin, che ha inviato un numero 11 su una corsa che ha deluso le sue speranze di vincere.

Truex ha condotto l’inizio del secondo tempo di otto giri e LaJoie è andato in avanti sulla parte posteriore, ma la bandiera gialla è riapparsa quando Hamlin ha colpito per la seconda volta. Questa volta, Christopher Bell stava cercando di stringere tra Hamlin e Joey Lugano, provocando un testacoda che ha messo fuori combattimento tutte e tre le vetture.

Hamlin è arrivato 25°.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply