Caro Elon, “Goditi il ​​tuo tempo sulla luna”, dice il presidente Biden

Il presidente Joe Biden venerdì ha segnalato un po’ di pazienza mentre l’uomo più ricco del mondo ha fatto arrabbiare l’economia statunitense, respingendo i commenti del CEO di Tesla Elon Musk sui tagli di posti di lavoro presso il suo produttore di auto elettriche.

Secondo un rapporto di Reuters di venerdì, Musk ha dichiarato in un’e-mail ai dirigenti di Tesla di avere “una pessima sensazione” sull’economia e taglierà il 10% dei posti di lavoro salariati con l’aumento del numero di lavoratori orari.

Ha anche ordinato alla società, che impiega circa 100.000 persone, di “interrompere temporaneamente tutte le operazioni di reclutamento in tutto il mondo”.

Alla domanda di un giornalista sui commenti di Musk, Biden ha elencato un certo numero di case automobilistiche statunitensi che sono state in grado di aumentare “in modo schiacciante” i loro investimenti, in particolare nei veicoli elettrici. A differenza di Musk, che è un convinto anti-lavoratore, Biden ha notato che molti dei nuovi lavori nel settore sono lavori sindacali.

“Penso che Ford stia aumentando gli investimenti nella costruzione di nuove auto elettriche: 6.000 nuovi dipendenti – dipendenti sindacali, potrei aggiungere – nel Midwest”, ha detto il presidente in una conferenza stampa sul rapporto sull’occupazione di maggio pubblicato venerdì. “Anche l’ex azienda di Chrysler, Stellantis, sta facendo investimenti simili in veicoli elettrici”.

“Sai, molta fortuna nel suo viaggio sulla luna”, ha aggiunto Biden, riferendosi alla compagnia di esplorazione spaziale di Musk, SpaceX.

SpaceX sta attualmente addebitando 62 milioni di dollari per i lanci di Falcon 9 e Musk si è impegnato a riprendere gli sbarchi sulla luna e inviare una missione con equipaggio su Marte.

READ  I leader aziendali e di governo sottolineano il motivo per cui le persone si stanno trasferendo in stati favorevoli alla crescita come il Montana

Il rapporto sull’occupazione di maggio del Dipartimento del lavoro ha mostrato che i datori di lavoro hanno aggiunto 390.000 posti di lavoro e il tasso di disoccupazione è rimasto stabile al 3,6% per il terzo mese consecutivo.

Il CEO di Tesla ha precedentemente notato che l’inflazione, che è attualmente al livello più alto degli ultimi 40 anni. Il mese scorso, si è unito al fondatore di Amazon Jeff Bezos, che è anche una delle persone più ricche del mondo, sostenendo che la colpa è dei pacchetti di aiuti per la pandemia.

Come riportato da Common Dreams ad aprile, le aziende hanno spostato i costi inflazionistici sui consumatori ed eliminato i piccoli aumenti salariali concessi ai lavoratori durante la pandemia aumentando i prezzi.

Come ha sottolineato l’economista ed ex segretario del lavoro Robert Reich in un editoriale pubblicato da Joint Dreams all’inizio di questa settimana, il vero problema con l’economia in questo momento non è né l’inflazione né l’aumento dei salari dei lavoratori.

“Il vero problema è l’aumento del potere aziendale e il calo del potere dei lavoratori negli ultimi 40 anni”, ha detto Reich. “A meno che non affrontiamo questo crescente squilibrio, le aziende continueranno a drenare i guadagni dell’economia nelle tasche di amministratori delegati e azionisti, mentre gli americani si preoccupano ogni giorno”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply