Carnevale dei bambini di Acquasparta

Colorerà le strade del borgo ternano le domeniche 28 gennaio, 4 e 11 febbraio

0
784
Volontario a lavoro per il 'Carnevale dei bambini di Acquasparta'

Neanche il tempo di archiviare le festività natalizie ad Acquasparta che già si è pronti per un’altra festa, anche questa molto attesa dai più piccoli. Stanno lavorando a pieno ritmo, infatti, i volontari del Comitato del ‘Carnevale dei bambini di Acquasparta’, appuntamento che colorerà le strade del borgo ternano le domeniche 28 gennaio, 4 e 11 febbraio (in caso di maltempo una sfilata sarà ripetuta domenica 18).

Alcuni dei volontari del ‘Carnevale dei bambini di Acquasparta’

Pochi ingredienti, vernici, colla, fogli di giornale per realizzare la cartapesta, ma anche tanta fantasia unita all’abilità artigianale e, soprattutto, alla passione, per dare forma ai tre carri della 25esima edizione. I giganti meccanici misurano 12 metri di lunghezza e quattro di larghezza mentre il più alto, ‘Mazinger – la leggenda’, sfiora gli undici metri (gli altri sono ‘Supereroi’ e ‘Il circo’). A questi, impegnati nella sfilata che interessa via Roma e via Cesare Battisti, si aggiungono i mini-carri: Il brucomela, Il trenino, La diligenza, La regina del mare e Le tazze girevoli, che porteranno a spasso per il centro storico i più piccini. Qui, per ristorarsi, c’è la taverna ‘La cantina’, aperta dal 2 all’11 febbraio, ogni sera, e domenica 4 e 11 anche a pranzo (su prenotazione al numero 349.4376884).

“Anche quest’anno – ha dichiarato Sergio Saveri, coordinatore del Carnevale – il nostro pensiero è rivolto ai bambini. Ci siamo messi a lavoro già dalla primavera per consegnare uno spettacolo unico che siamo sicuri coinvolgerà anche gli adulti attraverso majorettes, orchestra dal vivo ma anche artisti di strada. E ai bambini regaleremo peluche, gadget e palloncini. È per loro, principalmente, che organizziamo questa festa che abbiamo voluto mantenere a ingresso gratuito seppure con qualche sacrificio perché il budget non è alto. Abbiamo il patrocinio del Comune, il contributo degli sponsor e organizziamo anche una lotteria per sostenere le spese”. I premi in palio sono quattro buoni benzina del valore di 500, 300, 200 e 100 euro, che saranno assegnati con l’estrazione finale del 24 febbraio effettuata alla presenza di un pubblico funzionario (i biglietti vincenti saranno comunicati sul sito carnevaleacquaspar.wixsite.com/carnevaleacquasparta nonché sulla pagina Facebook ‘Carnevale dei bambini di Acquasparta’).

Tornando alla sfilata dei carri allegorici, sempre molto apprezzata anche con presenze dal vicino Lazio, tante sono le maestranze che collaborano: c’è Luciano, che non ha mai saltato un’edizione, alle prese con la cartapesta; Giancarlo, che cura la parte elettrica e meccanica; Riccardo, creatore dei bozzetti che danno origine ai personaggi protagonisti dei carri; Ilaria, la costumista che veste le maschere in scena sui carri e tanti altri. Ognuno ha il suo compito anche se tutti aiutano tutti e il risultato finale è che l’eco di questo carnevale arriva oltre i confini regionali.

“Veniamo contattati spesso – ha spiegato Saveri – da persone interessate ad acquistare alcuni pezzi dei nostri carri allegorici. Quest’anno, per esempio, ci hanno chiamato da Belvedere marittimo (ndr, in provincia di Cosenza), perché interessati a Doraemon, un personaggio presente in un carro dello scorso anno. Vedremo se riusciremo a esportare un’Umbria diversa in giro per l’Italia”.