Blinken, il cinese Wang Yi parla di guerra e commercio in Ucraina

NUSA DUA, Indonesia, 9 luglio (Reuters) – Il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha dichiarato sabato di aver trascorso più di cinque ore a discutere dell’aggressione russa in Ucraina con il ministro degli Esteri cinese Wang Yi. .

I due ambasciatori hanno definito “candide” le loro prime discussioni faccia a faccia da ottobre, il giorno dopo aver partecipato alla riunione dei ministri degli Esteri del G20 nell’isola indonesiana di Bali.

“Ho nuovamente condiviso con il consigliere di stato che siamo preoccupati per il riavvicinamento della Repubblica popolare cinese con la Russia”, ha detto Blinken in una conferenza stampa dopo i colloqui, riferendosi alla Repubblica popolare cinese. Sostenendo la Russia alle Nazioni Unite, ha detto che non pensava che la Cina sarebbe stata neutrale poiché “ampliava la propaganda russa”.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Blinken ha affermato che il presidente cinese Xi Jinping ha chiarito in una telefonata con il presidente Vladimir Putin il 13 giugno che sostiene la decisione di costruire una partnership con la Russia.

Poco prima dell’invasione russa dell’Ucraina il 24 febbraio, Pechino e Mosca hanno annunciato una partnership “senza limiti”, anche se i funzionari statunitensi affermano di non vedere la Russia evitare le sanzioni più severe a guida statunitense o fornirle equipaggiamento militare.

Funzionari statunitensi hanno avvertito delle conseguenze, comprese le sanzioni economiche, se la Cina fornirà supporto materiale per quella che Mosca chiama una “operazione militare speciale” per destabilizzare l’esercito ucraino. Kiev e i suoi alleati occidentali affermano che l’invasione è una presa di terra non provocata.

Alla domanda sul suo rifiuto di tenere colloqui con il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov al G20, Blinken ha detto: “Il problema è questo: non vediamo alcun segno che la Russia sia pronta a impegnarsi in una diplomazia significativa in questo momento”.

READ  Elon Musk afferma che Tesla non ha ancora firmato con Hertz

Wang ha scambiato opinioni profonde sulla “questione Ucraina” durante i colloqui di sabato, ha affermato il suo ministero in una dichiarazione, senza fornire dettagli.

Ha anche detto a Blinken che la direzione delle relazioni USA-Cina rischia di essere ulteriormente “dirottata” a causa del problema con la percezione americana della Cina.

“Molte persone credono che gli Stati Uniti stiano soffrendo per una grave guerra di ‘sinofobia’”, avrebbe detto Wang. leggi di più

Wang ha affermato che Washington dovrebbe annullare immediatamente le tariffe aggiuntive sulla Cina e fermare le sanzioni unilaterali contro le società cinesi.

Prima dei colloqui, i funzionari statunitensi hanno affermato che l’incontro aveva lo scopo di stabilizzare le tese relazioni USA-Cina e prevenire uno scontro involontario. leggi di più

“Andando avanti, gli Stati Uniti vogliono che i nostri canali di comunicazione con Pechino rimangano aperti”, ha detto Blinken.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e il presidente cinese Xi Jinping dovrebbero parlare di nuovo nelle prossime settimane, ha detto il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti Jack Sullivan a fine giugno. leggi di più

Daniel Russell, il diplomatico statunitense per l’Asia orientale sotto l’ex presidente Barack Obama e vicino ai funzionari dell’amministrazione Biden, ha affermato che lo scopo principale dell’incontro sarebbe quello di esplorare la possibilità di un incontro faccia a faccia con Biden prima dei colloqui. A margine del vertice del G20 di Bali di novembre, il primo presidente G.

Gli Stati Uniti chiamano la Cina il suo principale rivale strategico e temono che la Russia possa un giorno tentare di conquistare l’isola democratica autogovernata di Taiwan, proprio mentre attaccava l’Ucraina.

READ  Panchine nazionali libere dopo Mets, fagiolo Francisco Lindor

Nonostante la loro rivalità, le due maggiori economie del mondo rimangono partner commerciali chiave e Biden sta valutando la possibilità di rimuovere le tariffe su una gamma di prodotti cinesi, concentrandosi sul controllo del Congresso per frenare l’inflazione statunitense in vista delle elezioni di medio termine di novembre. leggi di più

(Questa storia corregge il paragrafo 14 per chiarire che il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti Jake Sullivan, che ha parlato a giugno, non era Blinken che ha detto che Biden e Xi avrebbero parlato di nuovo nelle prossime settimane.)

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Reportage di David Branstrom Stanley Vidiento; Segnalazione aggiuntiva di Ryan Wu a Pechino; Scritto da Ed Davis; Montaggio di Christian Schmollinger, Robert Birzel, William Mallard e Christina Fincher

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply