Billie Eilish ha parlato della sindrome di Tourette

Billie Eilish ha parlato di Turrett con David Letterman

Billie Eilish
foto: Demetrio Kambouris (Getty Images)

C’è ben poco nella sua giovane vita come Billie Eilish Non aperto in giroma era relativamente riservata riguardo alla sua esperienza con TurrettWindrum. Apparentemente, è solo perché nessuno glielo ha chiesto.

David Letterman ha sollevato l’argomento solo quando ha incontrato un movimento involontario durante le riprese della sua intervista Il mio prossimo ospite non ha bisogno di presentazioni. “Se mi immagini abbastanza a lungo, vedrai molti tic”, ha spiegato. La hostess ha chiesto se era giusto discutere del caso, a cui ha risposto: “Certo”.

“È davvero strano, non ne ho parlato affatto”, ha detto. “Il modo più comune in cui le persone reagiscono è ridendo perché pensano che io stia cercando di essere divertente. Pensano che lo sia [ticcing] Come una mossa divertente. E così dicono “Haha” e sono sempre incredibilmente offeso da questo. Oppure fanno “cosa?” Poi dico: “Ho la sindrome di Tourette”.

“Molte persone ce l’hanno e non lo saprai mai”, ha continuato. Due artisti si sono fatti avanti e hanno detto: ‘Ho sempre avuto una torretta. E non li porterei fuori perché non vogliono parlarne, ma è stato davvero divertente per me perché ero tipo, ‘Davvero?’ che cosa?'”

La vincitrice del Grammy aveva precedentemente condiviso la diagnosi, con la quale ha lottato da quando aveva 11 anni Lo spettacolo di Ellen De Generes, ma da allora non ne ha discusso molto. “Sono molto felice di parlarne”, ha detto Letterman. “Mi piace molto rispondere alle domande su questo argomento perché è davvero interessante e sono davvero confuso al riguardo. Non l’ho capito”.

The tics don’t occur when Eilish is performance (o cavalca, o muoviti, o “pensa e concentrati”) ma succede spesso fuori scena. “Non ho affatto crampi, perché i tic che ho sono costantemente, tipo, dondolare le orecchie avanti e indietro e alzare il sopracciglio e stringere la mascella e flettere quel braccio qui e questo braccio là. Queste sono cose che non avresti mai nota se stavi conversando con me, ma sono estremamente stressanti per me”.

“Non è che lo amo”, ha detto, “ma mi sento come se fosse… una parte di me”. “Ho fatto amicizia con lei. Ora ne sono molto fiducioso. “

READ  Genitori abbastanza strani: un trailer alquanto bizzarro con una serie di sequel live-action

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply