Biden si unisce ai leader mondiali nel lutto per la morte della regina Elisabetta II

Il presidente e la First Lady Jill Biden hanno espresso le loro condoglianze all’ambasciata britannica a Washington, dove si sono fermati improvvisamente per firmare un libro di condoglianze.

“Siamo addolorati per tutti voi. Era una signora fantastica. “Siamo molto felici di averla incontrata”, ha detto il presidente al personale dell’ambasciata.

La First Lady ha anche consegnato un mazzo di fiori all’ambasciatrice britannica negli Stati Uniti Karen Pierce, che li ha ricevuti presso l’ambasciata.

Il presidente e la first lady hanno affermato in precedenza in una dichiarazione congiunta che la regina – il monarca più longevo della Gran Bretagna che ha regnato per sette decenni – “ha definito un’era”.

“Oggi, i pensieri e le preghiere delle persone negli Stati Uniti sono con il popolo del Regno Unito e del Commonwealth nel loro dolore”, si legge nella dichiarazione della Casa Bianca. “Mandiamo le nostre più sentite condoglianze alla famiglia reale, che piange non solo la regina, ma anche la sua cara madre, nonna e bisnonna. La sua eredità sarà ampiamente mostrata nelle pagine della storia britannica e nella storia del nostro mondo .”

Bandiere americane sventoleranno alla Casa Bianca, altri edifici federali, installazioni militari e ambasciate all’estero con mezzo personale “fino al giorno dell’arresto”, secondo l’annuncio del presidente Biden sulla morte della regina.

Nella loro dichiarazione, la prima coppia ha descritto la regina come “una presenza costante e una fonte di conforto e orgoglio per generazioni di britannici, compresi molti che non avrebbero conosciuto il loro paese senza di lei”.

“Con il sostegno del suo amato principe Filippo per 73 anni, la regina Elisabetta II ha sempre guidato per grazia, ferma adesione al dovere e forza senza rivali al suo esempio. Ha sopportato i pericoli e le privazioni della guerra mondiale dalla parte degli inglesi persone e le ha mobilitate attraverso la devastazione di una pandemia globale per attendere con ansia giorni migliori a venire”. Segui la dichiarazione della Casa Bianca.

Biden ha aggiunto che la regina “era una statista di dignità e forza d’animo senza precedenti che ha approfondito l’alleanza fondamentale tra il Regno Unito e gli Stati Uniti”.

“Avete contribuito a rendere speciale la nostra relazione”, affermava la dichiarazione, riferendosi alla “relazione speciale” tra il Regno Unito e gli Stati Uniti, un termine coniato da Winston Churchill. I Biden hanno anche affermato che non vedono l’ora di continuare una “stretta amicizia” con il re Carlo III e consorte della regina.

I Biden ricordano il loro tempo insieme, scrivendo di aver incontrato per la prima volta la regina Elisabetta nel 1982 come parte di una delegazione del Senato che si è recata nel Regno Unito.

READ  Macron mantiene la sua prima grande corsa; Gli oppositori sollevano il "caso McKinsey"

Il segretario stampa della Casa Bianca, Karen-Jean-Pierre, ha dichiarato giovedì che Biden e la regina si sono parlati per l’ultima volta e si sono conosciuti durante la visita del presidente nel Regno Unito nel giugno 2021.

I leader mondiali piangono

le mie condoglianze da I leader di tutto il Regno Unito, del Commonwealth e di tutto il mondo si stanno riversando sulla notizia della morte della regina.

Il primo ministro scozzese Nicola Sturgeon ha affermato che la regina era “piaciuta e ammirata” dal popolo scozzese.

“A detta di tutti, Sua Maestà non è stata più felice di quando era qui in Scozia con il suo amato Balmoral”, continuò Sturgeon, indicando il castello in cui morì la regina.

Il primo ministro canadese Justin Trudeau ha detto che lo era anche la regina “Una presenza duratura nelle nostre vite – e il suo servizio ai canadesi sarà per sempre una parte importante della storia del nostro paese”.

“Quando guardiamo indietro alla sua vita e ai suoi molti decenni di governo, i canadesi ricorderanno sempre e apprezzeranno la saggezza, la compassione e il calore di Sua Maestà”, ha continuato.

Il primo ministro australiano Anthony Albanese ha scritto in una dichiarazione che la regina aveva vissuto una “lunga vita dedicata al dovere, alla famiglia, alla fede e al servizio”, osservando che “Sua Maestà ha chiaramente un posto speciale nel suo cuore per l’Australia”. In qualità di capo di stato, la regina ha visitato l’Australia 16 volte.

Il primo ministro neozelandese Jacinda Ardern ha ricordato la regina in un discorso nazionale postumo dicendo che è arrivata a definire “i concetti di servizio, filantropia e coerenza”.

Ardern ha anche annunciato che la Nuova Zelanda entrerà in un periodo di lutto ufficiale. Saranno sventolate bandiere a metà del personale. Sono in corso i preparativi per un memoriale di stato, che si svolgerà dopo i funerali di stato della regina nel Regno Unito.

I leader in Asia si sono svegliati venerdì alla notizia della sua morte.

Il primo ministro indiano Narendra Modi ha dichiarato in una dichiarazione di aver avuto “incontri memorabili” con la regina, scrivendo: “Durante uno degli incontri, mi ha mostrato il fazzoletto che il Mahatma Gandhi le aveva regalato al suo matrimonio. Apprezzerò sempre questo gesto. ”

Il primo ministro di Singapore Lee Hsien Loong, un’ex colonia britannica nel sud-est asiatico, si è detto “profondamente addolorato” per la sua morte. Nelle dichiarazioni pubbliche pubblicate sui suoi account ufficiali sui social media, Lee ha dichiarato: “Sua Maestà la Regina ha lasciato un segno importante nella storia di Singapore e nel nostro stretto rapporto di lunga data con il Regno Unito. Tutti a Singapore hanno pianto la sua scomparsa”.

READ  Sentenza sul velo in India: la corte conferma il divieto del Karnataka che ha portato a scontri religiosi

Venerdì il presidente sudcoreano Yoon Seok-yeol ha espresso le sue condoglianze. “Il suo cuore gentile e il suo lavoro gentile saranno sempre ricordati”, ha scritto su Twitter. “Aveva una forte convinzione nella causa della libertà umana e ha lasciato una grande eredità di dignità”.

Il primo ministro giapponese Fumio Kishida ha affermato che la regina ha contribuito a rafforzare le relazioni tra Gran Bretagna e Giappone, che ha la monarchia continua più antica del mondo. “La morte di Sua Maestà la Regina Elisabetta II, che ha guidato la Gran Bretagna attraverso un periodo turbolento globale, non è solo una grande perdita per i cittadini del Regno Unito, ma per la comunità internazionale”, ha detto Kishida ai giornalisti venerdì.

A Taiwan, il presidente Tsai Ing-wen ha salutato la regina come la “spina dorsale della democrazia globale” e ha offerto le sue “più sentite condoglianze al governo britannico e alla famiglia reale”.

L’irlandese Taoiseach Michelle Martin l’ha definita “la fine di un’era”, dicendo che “la sua dedizione al dovere e al servizio pubblico è evidente e la sua saggezza ed esperienza sono davvero uniche”.

Papa Francesco ha elogiato la regina, definendola “ferma testimone della fede in Gesù Cristo” in una lettera aperta al nuovo re.

Raccomando la sua nobile anima per la misericordia del nostro Padre Celeste, assicuro a Vostra Maestà, le mie preghiere affinché Dio Onnipotente ti sostenga con la sua grazia inesauribile mentre ora assumi le tue alte responsabilità di Re.

Il presidente francese Emmanuel Macron ha scritto che la regina “ha incarnato la continuità e l’unità della nazione britannica per più di 70 anni. La ricordo come un’amica della Francia, una regina di buon cuore che ha lasciato un’impressione duratura nel suo paese e nel suo secolo .”

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha twittato: “È con grande tristezza che apprendiamo della morte di Sua Maestà la Regina Elisabetta II. A nome del popolo, porgiamo le nostre più sentite condoglianze alla RoyalFamily, all’intero Regno Unito e al Commonwealth per questo irreparabile perdita. I nostri pensieri e le nostre preghiere sono con te.

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha affermato che la regina “è stata un modello e un’ispirazione per milioni di persone, qui anche in Germania. Il suo impegno per la riconciliazione tedesco-britannica dopo gli orrori della seconda guerra mondiale rimarrà indimenticabile. Ci mancherà, anche per lei meraviglioso senso dell’umorismo”.

“Gli eventi più importanti della storia moderna del Regno Unito sono strettamente legati al nome di Sua Maestà”, ha affermato il presidente russo Vladimir Putin in una nota.

READ  Combattimenti di strada e continui bombardamenti mentre la Russia spinge per il controllo del Donbass ucraino

“Per molti decenni, Elisabetta II ha goduto del diritto di amare e rispettare i suoi sudditi, così come del potere sulla scena mondiale”, ha continuato Putin. “Vi auguro coraggio e perseveranza di fronte a questa enorme e irreparabile perdita”.

Le condoglianze sono state ricevute da dozzine di altri paesi, da Panama al Pakistan.

Gli ex presidenti degli Stati Uniti inviano le loro condoglianze

Anche i precedenti presidenti degli Stati Uniti hanno espresso le loro condoglianze dopo la sua morte.

George W. Bush, che ha accolto la regina negli Stati Uniti durante il suo mandato, ha ricordato di aver trascorso del tempo a Buckingham Palace e di aver conosciuto i suoi famosi cani.

“Trascorrere del tempo a Buckingham Palace, prendere il tè con Sua Maestà – e i suoi cani – è uno dei nostri ricordi più belli della presidenza”, ha scritto Bush. “La regina Elisabetta ha guidato abilmente l’Inghilterra attraverso momenti bui con la sua fiducia nel suo popolo e la sua visione di un domani più luminoso. Il nostro mondo ha beneficiato della sua determinazione incrollabile e le siamo grati per i suoi decenni di servizio come sovrano”.

Donald e Melania Trump hanno scritto in una dichiarazione che “la sua duratura leadership e diplomazia hanno assicurato e avanzato alleanze con gli Stati Uniti e le nazioni del mondo. Tuttavia, sarà sempre ricordata per la sua devozione al suo paese e la devozione incrollabile per i suoi simili cittadini e donne».

“(Noi) abbiamo sempre amato il nostro tempo con la regina, e non dimenticheremo mai la graziosa amicizia, la grande saggezza e il meraviglioso senso dell’umorismo di Sua Maestà. Che grande e bella signora – non c’era nessuno come lei!” Trump ha scritto.

La famiglia Obama ha ricordato la Regina come una leader che ha interpretato il suo “ruolo”.

“Sua Maestà la Regina aveva solo 25 anni quando ha assunto il formidabile compito di aiutare una delle più grandi democrazie del mondo. E nei decenni successivi, avrebbe continuato il ruolo di Regina, in un’epoca caratterizzata da grazia, eleganza, e un’instancabile etica del lavoro che ha sfidato le probabilità e stabilito aspettative sulle donne della sua generazione.

Bill e Hillary Clinton hanno segnato la morte ricordandola come una persona di “grazia, dignità e cura genuina per il benessere di tutti i suoi membri”.

Dan Merica, Sam Fossum, Kevin Liptak, Jeff Zelini, Nicola Rotolo, Niamh Kennedy, Xiaofei Shaw, Angus Watson, Ulyana Pavlova, Philip Wang e Heather Chen hanno contribuito a questo rapporto.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply