Biden si reca a Porto Rico e in Florida per valutare i danni causati dalla tempesta

Segui Ultimi aggiornamenti su Ian.

WASHINGTON – Il presidente Biden e la first lady Jill Biden viaggeranno Portorico Lunedì per rilevare i danni causati dal ciclone Fiona sull’isola e ripartirà mercoledì FloridaLa Casa Bianca ha annunciato sabato sera che l’uragano Ian ha lasciato parti dello stato in rovina.

I funzionari della Casa Bianca non hanno rivelato i dettagli della visita del presidente nei due luoghi Disastri naturali. Ma il sig. Biden ha detto diversi giorni fa che si sarebbe recato in entrambe le località per promettere che il governo federale avrebbe aiutato i residenti a riprendersi.

“Oltre a ciò che stiamo facendo per la Florida e la Carolina del Sud, ci stiamo concentrando anche sugli sforzi di recupero a Porto Rico”, ha affermato il sig. Biden ha detto venerdì alla Casa Bianca. “Rimarremo e rimarremo per tutto il tempo necessario”.

La visita del presidente in Florida è la prima da quando lui e il governatore dello stato, Ron DeSantis, si sono scontrati per mesi su diritti transgender, aborto, immigrazione e altre questioni al centro delle elezioni del Congresso del mese prossimo. Sig. DeSantis ha detto perché le inondazioni catastrofiche hanno spazzato via intere città e ucciso dozzine.

Tuttavia, mentre l’uragano si avvicinava la scorsa settimana, il sig. Biden e il sig. DeSantis è rimasto lontano dagli attacchi politici. Un giornalista a Washington ha detto che il sig. Alla domanda sul rapporto con DeSantis, il presidente ha detto che era inappropriato.

“Molto bene davvero. Mi ha fatto i complimenti”, ha detto il signor Biden. “Mi ha ringraziato per la risposta immediata che abbiamo avuto. Mi ha detto quanto l’ha apprezzato. Ha detto che era molto contento di quello che stava succedendo.

READ  Ucraina-Russia in diretta: Putin minaccia di rimuovere lo status di stato in Ucraina

Il Presidente ha aggiunto: “Questo non ha nulla a che fare con le nostre differenze politiche. Si tratta di salvare la vita delle persone, le case e le imprese.

Sig. Anche DeSantis ha cambiato tono negli ultimi giorni. In passato, ha criticato gli aiuti federali per gli uragani definendoli “aglio” e “mettendo in una mentalità da carta di credito”. Ma la scorsa settimana il sig. DeSantis ha esortato il governo federale a venire in aiuto del suo stato.

“Sai, quando le persone combattono per la propria vita, quando è in gioco il loro intero sostentamento, quando hanno perso tutto, se non puoi mettere da parte la politica, non puoi”, ha detto il governatore.

I leader di entrambe le parti hanno una lunga storia di visite in aree disastrate per dimostrare di comprendere la portata della crisi e che i pregiudizi politici non possono determinare quanti aiuti ottiene uno stato. L’ex presidente George W. Bush è stato criticato per aver sorvolato la devastazione che ha causato a New Orleans. Uragano Katrina Nel 2005 e, inizialmente, il tour dei danni a terra.

Ma la verità è che è difficile per i presidenti visitare troppo presto dopo un disastro. La loro presenza, insieme a un gran numero di veicoli, agenti dei servizi segreti, sicurezza della polizia locale e altro personale, può distrarre dagli sforzi per recuperare e ricostruire.

Dopo aver visitato il quartier generale della Federal Emergency Management Agency giovedì dopo l’atterraggio dell’uragano Ian, il sig. Biden ha detto che viaggerà il prima possibile per supportare i primi soccorritori locali e i funzionari federali che stanno già salvando le persone dai tetti.

READ  L'uragano Hermine, in formazione nei Caraibi, potrebbe entrare nel Golfo del Messico

“Quando le condizioni lo permetteranno, andrò in Florida per ringraziarli di persona in modo da non intralciarci”. Sig. disse allora Biden. “Farò quello che possiamo, faremo tutto il possibile per ricostruire rapidamente la Florida. Ma non molliamo”.

“Lo ricostruiremo con il governo statale e locale”, ha aggiunto. “Per quanto tempo ci vorrà, saremo lì. Questo è il mio impegno per te”.

Il ciclone ha devastato entrambi i luoghi. Ma il recupero potrebbe essere difficile, poiché Porto Rico non si è ancora completamente ripreso dai danni causati dall’uragano Maria cinque anni fa.

Dieci giorni Dopo l’uragano Fiona Il 16 settembre, più di 365.000 persone erano senza elettricità sull’isola, sollevando interrogativi sull’incapacità degli sforzi federali e locali di ricostruire la fragile rete elettrica dell’isola.

Sig. Osservò Biden.

“Al popolo di Porto Rico che è ancora colpito dall’uragano Maria cinque anni dopo, so che siamo – dovrebbero saperlo – siamo con voi”, ha detto. “Non ce ne andremo. Intendiamoci.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply