Baiocco d’Oro a Gianni Luca Tassi

Perugia consegna il prestigioso riconoscimento

0
2194

Il Comune di Perugia ha consegnato il Baiocco d’Oro della città a Gianni Luca Tassi, primo pilota disabile italiano a partecipare alla Dakar e attuale presidente del Comitato Italiano Paralimpico (Cip) dell’Umbria. La speciale cerimonia di consegna è avvenuta questa mattina nella Sala Rossa di Palazzo dei Priori.

E’ stato l’assessore allo Sport a porgere nelle mani di Luca Tassi il Baiocco d’Oro, con queste motivazioni: “Inizialmente, la consegna del Baiocco d’oro a Gianni Luca Tassi era stata decisa per l’importante risultato da lui raggiunto lo scorso gennaio nella Dakar, una delle gare
automobilistiche più dure, e per avere, con esso, dimostrato come con la forza di volontà si possano abbattere tutte le barriere. Oggi, essa assume anche un altro significato, a seguito della nomina di Tassi a presidente del Comitato Paralimpico regionale dell’Umbria, e vuole testimoniare, simbolicamente, l’attenzione che l’amministrazione comunale di Perugia ha per lo sport paralimpico e per i suoi atleti”.
Umbro, classe 1961, Tassi ha gareggiato per molti anni sulle due ruote, partecipando anche a molte competizioni internazionali, fino a quando un incidente nel 2003 l’ha costretto sulla sedia a rotelle. Tre anni più tardi, decide di ricominciare, questa volta sulle quattro ruote.

E’ stato dunque ricordato come l’equipaggio di Tassi (con lui, a bordo della Ford Raptor F150, anche Massimiliano Catarsi ed Alessandro Brufola Casotto) abbia partecipato, ottenendo nlla competizione internazionale del gennaio scorso il primo posto di classe e il 41esimo assoluto.
Da neanche un mese, inoltre, Tassi è stato eletto presidente del Comitato Italiano
Paralimpico regionale, insieme a Michele Barilari, Nicola Bazzucchini e Massimo Catarinucci (rappresentanti fsp/fsnp); Luca Panichi (atleti); Luca Crocioni (tecnici sportivi); Chiara Mezzasoma (dsp/dsap).
Prima della Dakar, su Ford, aveva corso – primo disabile al mondo – il Rally del Marocco con Isuzu, nel 2005, poi su Mitsubishi nel 2009 ha vinto il Raid dei Templi, mentre due anni dopo è l’unico pilota italiano a terminare la Baja Espana Aragon.
Gianni Luca Tassi si è detto felice di aver ottenuto questo prestigioso riconoscimento che la città dà ai suoi figli prediletti, e ha colto l’occasione per anticipare un suo sogno, che di certo si avvererà nel 2019, vale a dire la partecipazione alla Mosca-Pechino.