Assisi, acceso l’Albero per i missionari uccisi

Luci fatate nella piazza della Basilica di San Francesco

0
2417
assisi albero natale

Da Assisi un pensiero e una preghiera per tutti gli operatori pastorali uccisi in odio alla fede Cristiana e ai sacerdoti che operano in condizioni precarie e di estrema povertà.
Dopo la celebrazione della santa messa nella Basilica Inferiore di san Francesco presieduta dal Prefetto della Congregazione per il Clero, Cardinale Beniamino Stella, c’è stata la cerimonia di accensione e benedizione dell’albero di Natale, aperta dal Custode del Sacro Convento di Assisi padre Mauro Gambetti, durante la quale sono stati consegnati dei doni alle famiglie più bisognose. Tra i presenti all’evento natalizio il prete di “periferia”, don Silvano Rughi, la sorella di padre Paolo Dall’Oglio, Cecilia Dall’Oglio, i profughi e i poveri ospitati dalla Caritas Diocesana di Assisi.
L’albero di Natale e il Presepe emanano luci nel buio nella piazza inferiore della Basilica di San Francesco d’Assisi. Una natività concepita su 445 bossoli, installata per ricordare il numero di uomini e donne uccisi per motivi religiosi dal 2000 ad oggi (secondo i dati dell’Agenzia Fides). L’albero di 15 metri, offerto dalla Regione Liguria che quest’anno ha donato l’olio per l’accensione della lampada di San Francesco, proviene dalle foreste del parco naturale regionale dell’Aveto.
Ha partecipato all’evento anche la Presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, e l’Assessore alla Cultura della Regione Liguria, Ilaria Cavo.

RIVEDI LA DIRETTA DELL'ACCENSIONE DELL'ALBERO DI ASSISI

Pubblicato da SAN FRANCESCO D'ASSISI su Venerdì 8 dicembre 2017

“Il presepe ci dice che ogni notte buia dell’uomo, la solitudine o la disperazione, la crisi o le difficoltà, la povertà o l’indigenza può essere illuminata e abitata dalla luce della pace. – dichiara, il direttore della Sala Stampa del Sacro Convento di Assisi, padre Enzo Fortunato – La stella cometa che ha guidato i Re Magi può rappresentare per ogni uomo smarrito una bussola, una stella polare per riprendere il cammino di oggi”.
Per l’occasione anche un coro di voci bianche che si esibito con i tradizionali canti natalizi. Il coro, composto da 200 alunni dell’Istituto Comprensivo Assisi 1 con le classi IV e V della Scuola primaria Rivotorto e della Scuola primaria Sant’Antonio e le classi I della Scuola secondaria Frate Francesco, è stato diretto da Giulia Maccabei e accompagnato al pianoforte dal Maestro Emiliano Piermatti.