Arizona Starbucks nel voto sindacale sbilanciato mentre il movimento sindacale accelera

Baristi da Starbucks (SBUX) Un bar in Arizona venerdì è diventato il terzo negozio a votare per la rappresentanza sindacale, l’ultimo in a Ondata crescente di pagamenti organizzati del lavoro In più località nelle città degli Stati Uniti.

Mesa Café, in Arizona, è una delle dozzine di caffetterie Ispirato dal voto dell’anno scorso a Buffalo. Questo sito è diventato il primo lavoratore Starbucks a votare per rappresentare i sindacati, di fronte a Caffè aperto dell’opposizione gigante. Dopo lo spoglio dei voti ammissibili, 25 lavoratori della sede di Mesa hanno votato a favore del provvedimento, contro 3 che hanno votato contro.

Tuttavia, tre voti sono stati contestati e due sono stati ritenuti non ammissibili, mentre un altro non era chiaro sull’ammissibilità dei lavoratori.

“Sono così eccitato”, ha detto Tyler Ralston, un barista di Mesa’s Power and Baseline. “Questo è enorme per l’intero paese per tutti i lavoratori di Starbucks in tutto il mondo. Lo porta dalla costa orientale fino alla costa occidentale .”

Il barista ha aggiunto: “Sono molto orgoglioso e penso che i numeri riflettano come ci sentiamo tutti in tutto il negozio. È una vittoria schiacciante. Questa è una vittoria per i diritti dei lavoratori per i diritti dei lavoratori”.

Questo voto era originariamente previsto per la scorsa settimana, ma le elezioni sono state rinviate dopo che Starbucks ha presentato una richiesta di revisione al National Labor Relations Board (NLRB).

Il gigante del caffè di Seattle ha sostenuto che nessun singolo negozio dovrebbe essere autorizzato a votare e, invece, il voto dovrebbe includere tutti i luoghi nell’area designata per quel negozio. Tuttavia, mercoledì il consiglio ha respinto la richiesta, sostenendo di non aver riscontrato alcun problema.

READ  La tanto attesa fabbrica gigante tedesca di Tesla ottiene il via libera condizionale

Dopo il conteggio dei voti, le schede elettorali devono essere certificate dal direttore regionale dell’NLRB, operazione che può richiedere fino a una settimana. Ma la sfida resta: negoziare un contratto con Starbucks.

La Starbucks Workers’ Union (SWU), un gruppo che sostiene i suoi lavoratori in cerca di sindacato, ora rappresenta i baristi in tre negozi Starbucks, dopo una campagna di successo in due sedi di catene nell’area di Buffalo, New York.

Più di 100 località in 26 stati hanno presentato una petizione per le elezioni sindacali da quando i primi tre distretti di Buffalo sono passati al voto sindacale alla fine del 2021.

A dire il vero, il numero di negozi che prendono in considerazione l’adesione ai sindacati è una piccola frazione delle quasi 9.000 sedi di Starbucks negli Stati Uniti, che impiegano circa 230.000 lavoratori, noti anche come partner. Circa 3.500 dei negozi statunitensi con licenza della catena sono affiliati a sindacati, inclusi quelli negli hotel, nei negozi di alimentari e nei cantieri di viaggio.

Starbucks ha insistito sul fatto che avrebbe rispettato il processo legale, ma lo ha fatto Avvia un sito web Prendi di mira i lavoratori che stanno considerando i sindacati.

“Non crediamo che avere un sindacato cambierà o risolverà in modo significativo i problemi che hai identificato nei tuoi negozi”, ha affermato la società. “Sappiamo di non essere perfetti, ma crediamo che il modo migliore per affrontare le nostre sfide sia lavorare insieme”.

Sebbene lo sforzo dell’Unione si sia diffuso tra gli stati, non ha ancora influito sulla linea di fondo, con L’azienda ha riportato una forte stagione delle vacanze Ha profitti record.

READ  Charlie Munger sul crollo delle azioni di Robinhood: "Dio sta passando"

A Buffalo sono iniziate le trattative per un contratto di lavoro tra l’azienda del caffè e la SWU, con entrambe le parti che indicano che le discussioni sono ancora nella fase iniziale. I baristi di un negozio locale stanno aspettando una decisione da parte dell’NLRB Richiesta di revisione da parte dell’azienda– Che ha ritardato il conteggio dei voti mercoledì.

Le azioni Starbucks sono salite a $ 92,58 alla campana di chiusura di venerdì, con il titolo in calo del 22% quest’anno.

Danny Romero, giornalista di Yahoo Finance. Seguitela su Twitter: Incorpora il tweet

Leggi le ultime notizie finanziarie e commerciali da Yahoo Finance

Segui Yahoo Finanza su TwitterE il InstagramE il YoutubeE il FacebookE il FlipboardE il LinkedIn

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply