Altri 50 civili salvati dall’assediata acciaieria Mariupol | notizie di guerra tra Russia e Ucraina

L’evacuazione di “donne, bambini e anziani” dallo stabilimento di Azovstal tra le accuse secondo cui la Russia sta violando il cessate il fuoco.

Cinquanta altri civili, tra cui 11 bambini, sono stati salvati dai tunnel sotto un’acciaieria assediata a Mariupol, dove combattenti ucraini stavano combattendo la loro ultima battaglia contro le forze russe nella città portuale.

Il Russian Interdipartmental Humanitarian Response Center, un’agenzia governativa russa, ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma che 11 bambini erano tra le 50 persone salvate venerdì dall’acciaieria Azovstal e consegnate ai rappresentanti delle Nazioni Unite e del Comitato internazionale della Croce Rossa.

Il vice primo ministro ucraino Irina Vereshuk ha confermato che 50 “donne, bambini e anziani” sono riusciti a lasciare il vasto complesso, e lei e l’agenzia russa hanno affermato che i soccorsi continueranno nella città devastata sabato.

I civili intrappolati nelle acciaierie bombardate sono stati evacuati tra le accuse che la Russia stesse violando un cessate il fuoco inteso a consentire loro di andarsene.

Venerdì scorso, almeno 25 civili sono arrivati ​​in un campo nella città di Bizimeny, controllata dalla Russia, su due autobus separati, ha riferito l’agenzia di stampa Reuters. Gli sfollati sono stati accompagnati al centro di accoglienza da rappresentanti della Croce Rossa Internazionale e delle Nazioni Unite.

I funzionari del centro hanno detto che si aspettano l’arrivo di diversi autobus durante il resto della giornata.

Il sindaco della città ha stimato che 200 persone fossero ancora intrappolate nella fabbrica con poco cibo o acqua.

Le autorità di Mariupol hanno detto in precedenza che le forze russe hanno sparato su un veicolo coinvolto nel tentativo di evacuare l’impianto, uccidendo un combattente ucraino e ferendone sei.

READ  Crisi alimentare: Aliko Dangote, l'uomo più ricco d'Africa, apre un'enorme fabbrica di fertilizzanti

Andrei Beletsky, fondatore dell’Azov Batalion situato nelle acciaierie, ha affermato che il sito è stato oggetto di un nuovo attacco venerdì e ha chiesto aiuto per le evacuazioni.

La Russia non ha avuto commenti immediati. In precedenza ha affermato che esistono corridoi umanitari.

Altre centinaia sono state evacuate da Mariupol

Un funzionario ucraino ha confermato venerdì che più civili sono stati salvati giovedì dai tunnel sotto la tentacolare fabbrica Azovstal di epoca sovietica. Andriy Yermak, capo dell’ufficio presidenziale ucraino, ha dichiarato in un post sull’applicazione di messaggistica Telegram che le autorità “hanno condotto un’altra fase di una complessa operazione per evacuare le persone da Mariupol e Azovstal”.

“Posso dire che siamo riusciti a eliminare quasi 500 civili”, ha affermato, confermando una cifra precedente fornita dal segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres.

INTERACTIVE_UKRAINE_CONTROL MAP Chi controlla Mariupol Giorno 72

Le persone in fuga da Mariupol di solito devono attraversare aree contese e numerosi posti di blocco, a volte impiegando giorni per raggiungere la relativa sicurezza della città di Zaporizhia, controllata dall’Ucraina, a circa 230 chilometri (140 miglia) a nord-ovest.

Più di 100 civili che erano rintanati sotto le acciaierie lo scorso fine settimana sono stati salvati in una precedente operazione con l’aiuto delle Nazioni Unite.

La battaglia per l’importante Mariupol

Secondo le ultime stime russe, circa 2.000 soldati ucraini si nascondono ancora in un vasto labirinto di tunnel e bunker sotto le acciaierie.

I combattenti hanno ripetutamente respinto le richieste di resa di Mosca.

La caduta di Mariupol sarebbe uno sviluppo importante nella guerra in quanto priverebbe l’Ucraina di un porto vitale, consentirebbe alla Russia di stabilire un corridoio terrestre verso la Crimea, che ha catturato dall’Ucraina nel 2014, e libererebbe le forze per combattere altrove nell’est Regione del Donbass, su cui il Cremlino ha rifocalizzato la sua offensiva.

READ  Il Messico afferma di non accettare l'invasione russa dell'Ucraina

Mini mappa che mostra la posizione di Mariupol in Ucraina

La sua cattura ha anche un valore simbolico perché la città è stata teatro di alcune delle peggiori battaglie della guerra e di ostinati sforzi di resistenza.

Altrove in Ucraina, le forze russe hanno lottato per ottenere guadagni significativi, dopo 10 settimane di una guerra devastante che ha ucciso migliaia, se non di più, costretto milioni di persone a fuggire dal paese e devastato vaste aree di città.

Lo stato maggiore dell’esercito ucraino ha dichiarato venerdì che le sue forze hanno respinto 11 attacchi nel Donbass e distrutto carri armati e veicoli corazzati, vanificando le ambizioni del presidente russo Vladimir Putin dopo il suo tentativo fallito di impadronirsi di Kiev all’inizio del conflitto.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply