Aggiornamenti live: la guerra della Russia in Ucraina

La Russia ha detto agli Stati Uniti che sospenderà temporaneamente le ispezioni ai sensi del trattato START sulle armi nucleari, ha annunciato lunedì il ministero degli Esteri russo.

“La Federazione Russa è ora costretta a ricorrere a questa misura a causa del persistente desiderio di Washington di riprendere le attività ispettive con breve preavviso a condizioni che non tengono conto dei fatti esistenti, il che crea vantaggi unilaterali per gli Stati Uniti e priva di fatto la Russia Federazione del diritto di condurre ispezioni sui territori statunitensi”, si legge in un comunicato diffuso dal ministero.

Il nuovo START consente 18 ispezioni in loco ogni anno che consentono a Russia e Stati Uniti di tenere d’occhio le reciproche armi nucleari.

Il trattato, che è stato esteso all’inizio del 2021 per cinque anni, limita entrambi i paesi al dispiegamento di 1.550 testate nucleari e più di 700 sistemi di consegna, inclusi missili balistici intercontinentali, missili balistici lanciati da sottomarini e bombardieri.

Secondo la dichiarazione del ministero, la Russia è pienamente impegnata a rispettare tutte le disposizioni del trattato START e a sospendere “temporaneamente” le procedure di ispezione.

L’obiettivo, ha aggiunto, è “assicurare che tutti i meccanismi START operino in stretta conformità con i principi di parità e uguaglianza tra le parti, come contenuti in essi quando sono stati concordati ed entrati in vigore”. “Ora quei principi non sono rispettati”.

Il ministero ha affermato che le ispezioni riprenderanno “non appena saranno risolte le attuali problematiche relative alla ripresa delle attività di ispezione ai sensi del trattato”.

La CNN ha contattato il Dipartimento di Stato americano per un commento.

Il trattato è l’unico rimasto che regola i due più grandi arsenali nucleari del mondo.

READ  La guerra Ucraina-Russia: aggiornamenti in tempo reale - The New York Times

Il 28 gennaio 2021 il presidente russo Vladimir Putin ha firmato una legge che estende il trattato per cinque anni e il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha annunciato che Washington ha esteso il trattato il 3 febbraio dello stesso anno.

In una dichiarazione, Blinken ha affermato che l’estensione del trattato New START ha consentito limiti verificabili su missili balistici intercontinentali russi, missili balistici lanciati da sottomarini e bombardieri pesanti fino al 5 febbraio 2026 e che “il regime di verifica del trattato ci consente di monitorare il rispetto da parte della Russia .” Il trattato ci fornisce una visione più approfondita della posizione nucleare della Russia, anche attraverso la condivisione dei dati e le ispezioni in loco che consentono agli ispettori statunitensi di monitorare le forze e le strutture nucleari russe”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply