Polveri Fuse, perfomance di Carlo Carnevali

Con Michele Rosati ed Emanuela Faraglia

0
1226

Redazione Umbria Libera

pubblicato il 30 ottobre 2017 14:53:56

Polveri fuse. Giovedì 2 novembre alle 12. Perugia, strada comunale Montenero.
Evento artistico celebrativo presentato per la prima volta il 2 novembre 2014, ideato da Carlo Carnevali per ricordare i morti dimenticati, quelli sepolti in piccoli cimiteri di campagna abbandonati all’usura del tempo.

Questi cimiteri, piccoli, dimenticati, eppure perugini, hanno in comune queste fosse di sepoltura contrassegnate da una croce in ferro traforato, dove si legge: bambini, bambine, donne, uomini.

Nessun altro dato identificativo. Non un nome, non una data, né di nascita, né di morte, dunque neanche l’età.

Tutti insieme quei resti che, comunque, restano in parte, dopo la estumulazione. Si Con-fondono, si fon-dono.

Da qui l’idea artistica del pittore Carlo Carnevali di immaginare queste Polveri fuse come l’humus spirituale della rinascita. Di una rinascita con-fusa, dunque un’umanità migliore.

Come ogni anno, questo è il quarto, oltre all’opera d’arte di Carlo Carnevali dedicata all’evento, anche musica e parole del musicista Michele Rosati e dell’attrice Emanuela Faraglia.